Industria 4.0: presentato accordo da 15 mld per Pmi Marche

28 settembre 2017
15 mld per Pmi Marche

Presentato accordo tra Piccola Industria e Intesa San Paolo: in arrivo 15 mld per Pmi Marche

È stato presentato da poco un accordo tra Confindustria Piccola Industria e Intesa Sanpaolo Progettare il futuro, dedicato alla competitività e alla trasformazione delle imprese per sfruttare le possibilità offerta dall’Industria 4.0.

La partnership, che avrà durata triennale, mette a disposizione un plafond nazionale di 90 miliardi di euro e ben 15 miliardi saranno destinati alle imprese del territorio di Ascoli Piceno e Fermo.

La presentazione, avvenuta nella sede della Gem Elettronica a San Benedetto del Tronto, ha visto la partecipazione di Diego Mingarelli (vice presidente di Piccola Industria di Confindustria), Simone Mariani (presidente di Confindustria Centro Adriatico) e Tito Nocentini (direttore regionale di Intesa Sanpaolo).

Mingarelli ha voluto sottolineare l’importanza della quarta rivoluzione industriale, infatti ha dichiarato: ”Per le nostre imprese, in particolare le più piccole, l’Industria 4.0 è un’occasione unica per aumentare in modo determinante la competitività, sfruttando appieno la capacità sartoriale, la flessibilità produttiva, il gusto, la creatività e l’eccellenza che da sempre caratterizzano il Made in Italy”. Mingarelli ha proseguito il suo intervento dicendo che le Marche sono tra le regioni più manifatturiere del Paese, ”ma il 90% delle imprese sotto i 50 dipendenti è ancora a bassa digitalizzazione”.

Successivamente Tito Nocentini ha commentato il quadro economico, che è “migliorato rispetto al passato”, ma ha anche spiegato che “non c’è ancora un’adeguata ripresa degli investimenti produttivi”.

”L’accordo che presentiamo – ha concluso Nocentini – vuole aiutare le aziende italiane a migliorare la loro capitalizzazione e a cogliere le grandi opportunità che la digitalizzazione e i nuovi scenari offerti dalla quarta rivoluzione industriale offrono”.

ARTICOLI CORRELATI

controllo efficienza filtri

Elettrodinamici PCME per controllo efficienza filtri

La tecnologia che fa la differenza

Mitsubishi Chemical cpc

Mitsubishi Chemical acquisisce il 44% di CPC

Mitsubishi Chemical ha rilevato il 44% di CPC, società attiva nella produzione di componenti in fibra di carbonio

Emerson Geofilds

Emerson acquisisce Geofields, Inc.

Il fornitore globale di software incrementa l'esperienza di Emerson nelle soluzioni per pipeline nell'industria petrolifera e del gas

Pin It on Pinterest

Share This