Le novità di APM Sas a EnergyMed

3 maggio 2017
APM Sas

 

Lo scorso mese è andata in scena a Napoli EnergyMed, dove APM Sas ha colto l’occasione per mostrare al pubblico le ultime novità riguardo lo smaltimento dei rifiuti e il recupero di materia ed energia.

EnergyMed è un’importante fiera organizzata dall’Agenzia Napoletana Energia e Ambiente (Anea), che cura l’organizzazione della manifestazione ponendosi come anello di congiunzione tra i vari operatori. L’obiettivo di Anea non è solo la realizzazione dell’evento, ma anche consolidare una rete di relazioni utili per lo sviluppo tecnologico e commerciale nell’area del Mediterraneo, nel settore delle rinnovabili e dell’efficienza energetica.

Nell’Area Recycle di EnergyMed sono state presentate numerose novità, specifiche per il settore dei servizi e dei prodotti utili per un’adeguata gestione del ciclo completo dei rifiuti e del recupero di materia ed energia dagli stessi. La APM Sas di AMICO P. & C., che opera proprio in quest’ambito, ha colto l’occasione per presentare un costipatore con vasca da 5.5 mc di classe “euro 6” e un porter maxxi con vasca da 3.5 mc della stessa classe ambientale, nell’ambito di una politica volta a ridurre l’inquinamento atmosferico limitando le emissioni. APM Sas si occupa di costruzione, vendita, manutenzione e noleggio di attrezzature per l’ecologia sul territorio nazionale.

La società, grazie all’esperienza e alla preparazione del suo staff, è in grado di fornire servizi di assistenza e manutenzione continua sulle proprie apparecchiature per smaltimento di rifiuti e operazioni di pulizia.

ARTICOLI CORRELATI

Norvegia oil and gas

La Norvegia vuole disinvestire dall'Oil&Gas

La Norvegia sembra intenzionata a disinvestire dal settore dell'Oil&Gas: ecco il motivo

World Efficiency Solutions, l’acceleratore della crescita green

Il primo appuntamento internazionale interamente dedicato all'economia a basso impatto ambientale

Glifosato

Glifosato, ok per il rinnovo da UE

L’Unione Europa ha votato a favore dell’utilizzo del Glifosato, rinnovandone l’autorizzazione per altri 5 anni