RSE e Gruppo Hera firmano accordo per l’efficienza energetica nell’industria

29 dicembre 2017
RSE e Gruppo Hera

Finalizzata allo sviluppo e all’applicazione di processi e tecnologie in campo energetico-ambientale, l’intesa tra RSE e Gruppo Hera promuove un approccio win-win. L’obiettivo finale è promuovere l’innovazione e il miglioramento delle prestazioni dell’assetto produttivo nazionale in una logica di sistema.

 

Fare sistema tra ricerca ed esperienza sul campo nel settore energetico-ambientale e, in particolare, nell’ambito dell’efficienza energetica nell’industria di processo, in tutti i segmenti produttivi e dei servizi. È l’obiettivo dell’accordo di collaborazione firmato da RSE, la società di ricerca del Gestore Servizi Energetici, e il Gruppo Hera, multiutility attiva nella distribuzione e nella vendita di energia elettrica, gas e calore, nell’offerta di servizi di raccolta e trattamento rifiuti, di soluzioni tecnologiche per la produzione dell’energia e per l’efficienza energetica, nonché nella gestione del ciclo idrico integrato.

RSE, in piena sintonia con la sua missione (sviluppare progetti di ricerca di interesse pubblico, con un approccio applicativo e di sistema), punta così a mettere a fattor comune le proprie conoscenze nel campo dell’efficienza energetica nei settori produttivi, acquisite in studi e analisi su scala nazionale e internazionale, con le valutazioni e le esperienze maturate da Hera nell’ambito delle attività fornite sul territorio nazionale.

Questo approccio win-win consentirà di favorire il trasferimento delle conoscenze e di verificare sul campo la funzionalità e la sostenibilità delle soluzioni individuate, con l’obiettivo finale di promuovere l’efficienza energetica, l’innovazione e in generale il miglioramento delle prestazioni dell’assetto produttivo nazionale.

Un primo ambito di collaborazione riguarderà il progetto europeo EU MERCI, finanziato dalla Commissione europea e che vede RSE come capofila. Un progetto ambizioso, finalizzato all’individuazione delle “good practice” di efficienza energetica in processi industriali di aziende europee. Hera metterà a disposizione la propria esperienza di gestione e supervisione di processi industriali tipici dei proprio impianti (depurazione acque, impianti di termovalorizzazione, acquedotti ecc.), oltre che l’esperienza maturata negli stabilimenti industriali. Lo scopo è di incrociare e “validare” i numerosi dati raccolti, con esperienze dirette in impianti reali, in modo da permettere un’analisi più completa e approfondita.

L’accordo mantiene una connotazione aperta, nell’ambito della quale di volta in volta le parti potranno valutare il reciproco interesse a collaborare su tematiche energetiche o ambientali, come le strategie per stimolare il risparmio energetico verso i clienti finali o la propensione degli stabilimenti industriali verso forme di flessibilità del carico a beneficio del bilanciamento della rete elettrica nazionale.

Per i temi ambientali, in particolare, la collaborazione riguarderà lo sviluppo dell’economia circolare associata ad impianti di recupero di prodotti per lo smaltimento dei rifiuti per la produzione di energia o biometano.

Fonte Gruppo Hera

ARTICOLI CORRELATI

Urban Mining

Sum 2018: Meno di una settimana all'invio dei lavori!

La scadenza per l'invio dei lavori è prevista per il 31 gennaio

VENICE 2018

VENICE 2018 e le tecnologie per recuperare energia da rifiuti e biomasse

Il Venice 2018 avrà una durata di quattro giorni, dal 15 al 18 Ottobre 2018

Urban Mining

SUM 2018: 4° Simposio sull'Urban Mining e Circular Economy

Il SUM 2018 si terrà a Bergamo dal 21 al 23 maggio 2018