Solvay progetta un aumento del 35% della capacità produttiva nei polimeri sulfonici nei prossimi cinque anni

25 Ottobre 2016
Solvay

Solvay ha annunciato oggi la sua previsione di aumentare la capacità produttiva globale dei propri polimeri sulfonici ad alte prestazioni di oltre il 35% nei prossimi cinque anni

 

Solvay, leader globale nella fornitura di polimeri speciali, ha annunciato oggi, la sua previsione di aumentare la capacità produttiva globale dei propri polimeri sulfonici ad alte prestazioni di oltre il 35% nei prossimi cinque anni, attraverso significativi investimenti ed ottimizzazioni di processo nei suoi impianti negli Stati Uniti e in Asia. La società – il cui portafoglio prodotti comprende il polisulfone (PSU) Udel®, il polifenilsulfone (PPSU) Radel® e il polietersulfone (PESU) Veradel® – ha già aggiunto oltre 12.000 tonnellate nell’ultimo decennio, attraverso analoghe azioni.

“Solvay è stata l’iniziatrice nell’innovazione dei polimeri sulfonici, con l’introduzione dell’Udel® PSU oltre 50 anni fa,” ha dichiarato Augusto Di Donfrancesco, Presidente della Business Unit Globale Specialty Polymers di Solvay. “Siamo molto orgogliosi della nostra storia e della nostra posizione di leadership e, oggi, siamo impegnati a continuare ad investire nella nostra produzione, con l’obiettivo di soddisfare la crescita della domanda del settore e servire ancora meglio i nostri clienti in tutto il mondo.”

Oltre a produrre polimeri sulfonici nel suo stabilimento di Marietta, Ohio, Stati Uniti, e di Panoli, India, Solvay è integrata a monte e produce monomeri sulfonici a Panoli e nel suo impianto di Augusta, Ga., Stati Uniti, per garantire sicurezza di fornitura ai suoi clienti nei mercati ad alta crescita.

Leader globale nella produzione, l’assistenza tecnica e l’innovazione di polimeri e monomeri sulfonici, Solvay serve clienti in settori altamente competitivi come l’aerospaziale, automobilistico, dei beni di consumo, dell’edilizia, elettrico/elettronico, sanitario e per membrane per filtrazione.

 

SEGUITECI SU TWITTER @SOLVAYGROUP

A proposito di Solvay Specialty Polymers
Solvay Specialty Polymers offre oltre 1500 prodotti con 35 marchi di polimeri ad alte prestazioni – fluoropolimeri, fluoroelastomeri, fluidi fluorinati, poliammidi semi-aromatiche, polimeri sulfonici, polimeri aromatici a prestazioni ultra-elevate, polimeri ad alto effetto barriera e compound reticolati ad alte prestazioni – destinati all’uso nei settori aerospaziale, energie alternative, automotive, sanitario, membrane, Oil and Gas, imballaggio, idraulica, semiconduttori, cavi e cablaggi ed altri settori. Per saperne di più:
WWW.SOLVAYSPECIALTYPOLYMERS.COM

A proposito di Solvay
Società internazionale attiva nel settore chimico e dei materiali avanzati, assiste i suoi clienti nell’innovare, sviluppare e fornire prodotti e soluzioni ad alto valore aggiunto, che consumano minore energie e riducono le emissioni di CO2, ottimizzano l’uso delle risorse e migliorano la qualità di vita. Solvay serve mercati diversificati globali, come l’automobilistico e l’aerospaziale, i beni di consumo e la sanità, l’energia e l’ambiente, l’elettricità e l’elettronica, l’edilizia ed altre applicazioni industriali. Solvay ha sede a Bruxelles e impiega 30.000 persone, in 53 paesi. Essa ha generato un fatturato netto di 12,4 miliardi di € nel 2015, ottenendo il 90% del suo fatturato in attività in cui si posiziona fra le tre prime industrie mondiali. Il Solvay SA (SOLB.BE) è quotata sul listino Euronext a Bruxelles e Parigi (Bloomberg: SOLB.BB – Reuters: SOLB.BR).

Fonte Solvay

ARTICOLI CORRELATI

Ravenna

Quindicesima edizione di OMC a Ravenna dal 25 al 27 maggio 2021

La XV edizione di OMC avrà l'obiettivo di discutere le sfide della transizione energetica a partire dal percorso che l'industria...

Titolchimica

Titolchimica da piccolo laboratorio a S.p.A.

È la passione per la chimica, la costante che ha portato Titolchimica ad evolversi da piccolo laboratorio per la produzione...

Reazione

La prima simulazione di una reazione chimica con un computer quantistico

I ricercatori hanno ricostruito una reazione con una molecola di diazene, che consiste di due atomi di azoto e due...

Pin It on Pinterest

Share This