Le alte temperature non spaventano 2G grazie a g-box 50 HT

8 Settembre 2017
g-box 50

L’azienda presenta, per il suo prodotto di punta, la variante “High Temperature”

 

2G Energy AG, uno dei maggiori produttori mondiali di sistemi di cogenerazione, presenta un nuovo modulo per l’alimentazione in circuiti di riscaldamento con 95 gradi centigradi.

L’impianto compatto di cogenerazione a gas naturale con tecnologia a condensazione g-box 50, il cogeneratore 2G a gas naturale con una produzione di energia elettrica di 50 kW, è stato completato con una variante ad alte temperatura (HT – High Temperature).

La g-box 50, uno dei prodotti di punta dell’azienda, è realizzato in un modulo compatto ed è provvisto di un motore a 4 cilindri con una potenza elettrica modulabile da 25 a 50 kW e una potenza termica da 50 a 100 kW anch’essa modulabile. L’utilizzo permette una riduzione del 55% di CO2 e un rendimento globale del 103%, garantendo un risparmio di energia primaria di circa il 40%.

“La costante ricerca dell’azienda per ampliare la sua indiscussa leadership tecnologica attraverso una continua attività di ricerca e sviluppo riguardo tutti i motori a gas naturale, biogas e applicazioni di gas di sintesi, ha portato a questa importante innovazione”, ha dichiarato Christian Manca, CEO di 2G Italia. “Per la nostra azienda questo progetto significa essere sempre un passo avanti alla concorrenza, essere sempre attenti al mercato e alle sue esigenze. Investiamo costantemente per offrire prodotti sempre più performanti e sempre più rispondenti alle necessità”.

Il contesto ideale in cui utilizzare la g-box 50 HT è quello in cui la temperatura di ricircolo in un circuito di riscaldamento supera i 70 gradi centigradi. Questa particolare situazione può ad esempio accadere principalmente negli ospedali e nelle case di riposo. Molto frequente, inoltre, riscontrarla in applicazioni industriali come i processi di pulizia per la verniciatura catodica a immersione nelle tecnologie di trattamento delle superfici.

Un ulteriore ambito di applicazione è l’accoppiamento con un frigorifero ad assorbimento. Tenendo presente che l’efficienza di un impianto ad assorbimento aumenta con il livello di temperatura del calore disponibile, la trigenerazione guadagna sempre maggiori attrattive.

La g-box 50 HT a 50 kWel raggiunge una potenza termica di 84 kW ed è quindi ottimamente posizionata per quanto riguarda la concorrenza per i moduli del cogeneratore grazie ad una temperatura di ingresso che raggiunge i 95 gradi centigradi.

“Questo non è sicuramente un punto di arrivo ma solamente una tappa intermedia verso la possibilità di offrire ai nostri clienti attuali e potenziali una gamma di prodotti che sia il più completa possibile”, conclude Manca. “La nostra azienda ha sempre investito molte risorse nell’R&D e naturalmente, visti gli importanti risultati raggiunti, lo continuerà a fare in maniera sempre più consistente”.

Fonte 2G Italia 

ARTICOLI CORRELATI

Titolchimica

Titolchimica da piccolo laboratorio a S.p.A.

È la passione per la chimica, la costante che ha portato Titolchimica ad evolversi da piccolo laboratorio per la produzione...

Reazione

La prima simulazione di una reazione chimica con un computer quantistico

I ricercatori hanno ricostruito una reazione con una molecola di diazene, che consiste di due atomi di azoto e due...

Automazione

Le nuove sfide dell'Automazione nell'industria Life Science

Trasformatosi in evento digitale per la sua seconda edizione, si è tenuto giovedì 25 giugno Automation Day, una giornata...

Pin It on Pinterest

Share This