Chi siamo

IndustryChemistry.com è il digital magazine dedicato al mondo della chimica industriale.

E’ una testata giornalistica regolarmente registrata ed è disponibile solo online in versione desktop e mobile. Editata da Editrice Industriale, è certificata CSST.

 

 


 

Navigando su IndustryChemistry.com, il professionista del settore può trovare informazioni riguardo il panorama dell’industria chimica italiana ed internazionale.

Il nostro pubblico:
Chimici, Mondo accademico e universitario, Industria privata, Enti pubblici, Tecnici Specializzati: Ingegneri R&S, Responsabili Acquisti, Management, Consulenti, Progettisti, Responsabili di Produzione, Controllo Qualità, Logistica, Responsabili Sicurezza e Manutenzione, Responsabili di impianto.

I nostri settori di riferimento:
Petrolchimico, Oil&Gas, Chimico, Farmaceutico, Ambiente, Energia

 


b2bettLe nostre novità:
Nel 2020 nasce una nuova proposta di servizi multimediali, per dare una maggiore visibilità alle aziende del settore. Oltre alle Demo Virtuali, ai Webinar aziendali e alle Video Interviste, nascono i Digital Talk per un aggiornamento tecnico-scientifico “B2Better”.

Talk virtuali organizzati da IndustryChemistry.com che vogliono coinvolgere il pubblico su temi tecnici del comparto industriale, in modalità live. Gli incontri, focalizzati su tematiche attinenti al media, sono moderati da giornalisti scientifici ed ospitano un esperto e i nostri sponsor.
Il format è dedicato ad un target B2B di professionisti nei contesti dedicati: quality control manager, project manager nell’industria e nella ricerca, risk analyst, responsabili della sicurezza, responsabili nei settori Food e Pharma, addetti nell’industria petrolchimica.

 


 

Vuoi diventare inserzionista su IndustryChemistry.com?
Contattaci per maggiori informazioni

CREDITO DI IMPOSTA SUGLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI E PER I SERVIZI DIGITALI
La legge di bilancio per il 2021 (legge 30/12/2020 n.178, art. 1, commi 608 e 610, pubblicata sulla gazzetta ufficiale n.322 del 30/12/2020)
ha prorogato entrambe le misure per gli anni 2021 e 2022, con le medesime modalità già applicate per il 2020.