Caratteristiche, vantaggi e applicazioni del geotessuto

30 Settembre 2020
geotessuto

Il geotessuto o tessuto non tessuto, quasi sempre identificato con il suo acronimo TNT, è una sorta di tessuto artificiale costituito da fibre sintetiche di varia natura, generalmente a base di polipropilene o poliestere.

Resistente e versatile, il tnt geotessile si presta agli impieghi più disparati in vari campi d’applicazione.

Matteo Diotisalvi commercializza tramite il suo sito Riscaldamentoalternativo.shop il geotessuto dalla composizione in 100% poliestere a filo continuo, prodotto con fibre assemblate mediante agugliatura e di diverse grammature.

Caratteristiche del geotessuto:

  • Flessibilità, deve essere facile da installare e da usare;
  • Resistenza, una volta installato, deve resistere a raffiche di pioggia e di neve, ma anche alle temperature troppo alte o troppo basse:
  • Lunghezza, un tessuto non tessuto può arrivare fino a 28 metri. Per praticità, i tessuti più ingombranti si trovano avvolti in rotoli:
  • Protezione, il tessuto non tessuto per giardino riesce a proteggere anche dai raggi dannosi del Sole, filtrandoli (come nel caso dei raggi ultravioletti).

Il geotessuto è necessario in tutti i lavori in cui si mettono a contatto materiali a granulometria diversa e per evitare la compenetrazione dei materiali. Per risolvere il problema si sono messi a punto materiali denominati geotessili non tessuti che riescono a risolvere la necessità della separazione con spessori estremamente limitati.

Il tnt geotessile è un materiale in grado di assicurare resistenza meccanica e capacità di filtrazione, garantendo di mantenere il passaggio delle acque senza consentire quello del terreno.

Perfetto come elemento di rinforzo e di separazione, il tnt geotessile in poliestere viene impiegato essenzialmente come substrato nel settore costruzioni, ma viene anche utilizzato come protezione sanitaria e bioprotezione in agricoltura, grazie alla sua resistenza e al fatto che non venga danneggiato dalle sostanze acide e basiche. 

Matteo Diotisalvi si occupa anche di soluzioni innovative nell’ambito dei sistemi di riscaldamento da energie rinnovabili e collabora con uno studio tecnico e con case costruttrici di primaria importanza, per assistere i clienti e fornire la migliore soluzione per le loro esigenze.

 

Per maggiori informazioni sul geotessuto di Matteo Diotisalvi clicca qui

 

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

biometano

Superate le 10 mila ore di attività per il primo impianto di biometano da scarti agricoli in Italia

Nutrire la terra e produrre energia in maniera sostenibile nel rispetto del pianeta è il mantra che sta...

bioraffinerie

Acqua: depuratori come 'bioraffinerie urbane' per recuperare risorse idriche e materiali

Trasformare gli impianti di depurazione in vere e proprie “bioraffinerie urbane”, in grado di estrarre dai liquami e...

risorsa idrica

Giornata Mondiale dell’Acqua, Chimici e Fisici impegnati nel monitoraggio della risorsa idrica

Oltre all'analisi dell'impatto ambientale sulle risorse idriche, il supporto di Chimici e Fisici si è rivelato...

Share This