CDP sostiene l’innovazione in Sacmi

28 Agosto 2018
Sacmi

Concesso da Cassa depositi e prestiti un finanziamento di 50 milioni di euro a supporto degli investimenti dell’azienda in innovazione tecnologica e Industria 4.0

 

Con oltre 220 milioni di euro di risorse proprie investite negli ultimi cinque anni in progetti di Ricerca e Sviluppo, Sacmi consolida la propria mission di azienda orientata, sin dalla propria fondazione, al progresso e all’innovazione tecnologica. A rafforzare questa politica arriva oggi un finanziamento di Cassa depositi e prestiti del valore di 50 milioni di euro, concesso nell’ambito dei “prestiti a supporto degli investimenti delle aziende italiane in ricerca, sviluppo e innovazione”.

Sacmi utilizzerà i fondi erogati per sviluppare uno sfidante piano di innovazione di processo, tecnologica ed energetica. Nuove soluzioni per la produzione e la logistica delle grandi lastre, potenziamento dei progetti di efficientamento energetico sulle linee, acquisto di nuovi macchinari sono solo alcuni dei capitoli di spesa, cui si affiancano una serie di interventi nel campo di Industry 4.0, dei sistemi informativi, della supervisione e dell’automazione e della crescita ulteriore per linee esterne.

“Queste risorse – sottolinea Giovanni Campolungo, Chief Financial Officer di Sacmi – rappresentano un contributo essenziale al piano di sviluppo complessivo che il Gruppo Sacmi sta portando avanti nell’ambito delle nuove tecnologie abilitanti in ottica 4.0. L’innovazione di processo, logistica e organizzativa rappresenta la chiave di volta di questo percorso e, sotto il profilo finanziario, è anche importante rilevare la durata complessiva dell’impiego concesso da CDP, pari a 9 anni, un periodo significativamente più esteso rispetto alla durata media dei finanziamenti reperibili attraverso i normali canali bancari”.

Con oltre 4.300 dipendenti e un ulteriore rafforzamento del patrimonio netto – che nel 2017 ha raggiunto i 660 milioni di euro – Sacmi ha scelto di cogliere questa nuova opportunità offrendo a CDP precise garanzie sulle tipologie, qualità e quantità di interventi che le risorse andranno a finanziare. Interventi che hanno una ricaduta precisa anche a livello di investimenti sul territorio e, di conseguenza, sulla quantità e sulla qualità del fattore lavoro.
Un esempio sono i progetti di ricerca di nuove soluzioni in ottica 4.0 legate ai sistemi di controllo, alla sensoristica, all’automazione, alle nuove logiche di stoccaggio e gestione del magazzino che, applicati al business Ceramics, interessano in modo trasversale tutte le attività Sacmi e avranno come riflesso l’aumento dei dipendenti delle società italiane del Gruppo. Parallelamente, continueranno gli sviluppi delle recenti tecnologie per lastre di grandissimo formato, per accrescerne il valore estetico consentendone l’impiego in sostituzione di materiali naturali in ambito architettonico e dell’arredamento.

Sacmi sta inoltre investendo consistenti risorse anche sullo sviluppo di nuovo know how sulla produzione di tappi e preforme per l’industria del beverage, nonchè sulle tecnologie di
formatura di contenitori, di riempimento e decorazione. Sul fronte del supporto alla clientela, verranno sviluppati nuovi servizi di monitoraggio da remoto e di manutenzione predittiva,
finalizzati ad anticipare eventuali criticità sui macchinari e sulla linea, mantenendo sempre al massimo l’indice di efficienza dell’impianto. Una policy tradotta anche da Sacmi nella recente costituzione della nuova Divisione Customer Care, a supporto della quale le nuove tecnologie 4.0 giocano un ruolo fondamentale.

 

Fonte: Sacmi

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Da tubo a tubo ecopolietilene ecolight

Da tubo a tubo, nuova vita alla plastica: da 119 tonnellate di rifiuti in polietilene ottenuti 296 km di tubi passacavo

Il consorzio Ecopolietilene, con Picenum Plast e MyReplast Industries, ha realizzato un’iniziativa sperimentale di economia circolare per il recupero dei...

mammoet strumenti puliti

Da Mammoet strumenti puliti per l'energia pulita del futuro

L’azienda utilizza SPMT completamente elettrici per movimentare di routine le componenti del dimostratore ITER di fusione nucleare controllata.

oli usati rapporto CONOU

Oli usati, il rapporto di sostenibilità 2023 del CONOU: rigenerazione a 98%, impatto economico +12%

Italia leader nella raccolta e rigenerazione degli oli usati, grazie ad una filiera più che virtuosa, con un tasso di...

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 60 Editrice Industriale è associata a:
Anes
Assolombarda

IndustryChemistry

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 60

Se vuoi diventare nostro inserzionista, dai un’occhiata ai nostri servizi.
Scarica il mediakit per maggiori dettagli in merito.

La nostra certificazione CSST WebAuditing

Editrice Industriale è associata a: Anes  Assolombarda