Dassault Systèmes annuncia il progetto “Water for Life”

7 Gennaio 2021
Water for life

L’iniziativa ha l’obiettivo di incentivare un consumo dell’acqua più sostenibile da parte del mondo industriale

 

Dassault Systèmes annuncia “Water for Life”, il nuovo progetto della campagna “The Only Progress is Human” volta ad aumentare la consapevolezza delle sfide sociali e ambientali e ad ispirare l’utilizzo di mondi virtuali per accelerare innovazioni sostenibili. “Water for Life” affronta l’impatto ambientale legato al consumo di acqua per comprendere come l’industria possa utilizzare in modo intelligente questa risorsa preziosa, oggi fortemente minacciata.

 

L’iniziativa è parte dell’impegno aziendale volto a sostenere gli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (US SDGs), in particolare il numero 6: “garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie”.

Attraverso il programma “Water for Life,” Dassault Systèmes aiuterà i suoi clienti ad affrontare questa sfida facendo leva su tre punti: misurazione e ottimizzazione, innovazione e creazione, formazione. In primo luogo, l’azienda farà leva sulla piattaforma 3DEXPERIENCE per accelerare la misurazione e l’ottimizzazione dell’impronta idrica delle aziende, fornendo ai clienti soluzioni industriali integrate in grado di raccogliere e rendere disponibili dati sul consumo di acqua associati alla propria attività, oltre all’impatto delle varie opzioni di progettazione. In futuro, raccomandazioni generate dall’Intelligenza Artificiale guideranno le aziende verso la creazione di nuovi prodotti, servizi ed esperienze sostenibili. 

Dassault Systèmes sosterrà anche progetti di valutazione e riduzione dell’impatto idrico attraverso il 3DEXPERIENCE Lab, il suo laboratorio di accelerazione e open innovation, che utilizza l’intelligenza collettiva per accelerare innovazioni quali ad esempio quella sviluppata da EEL Energy per trasformare i processi industriali laddove esista la necessità di ridurre il consumo idrico. L’azienda consolida inoltre il proprio impegno siglando partnership con incubatori mondiali come OceanHub Africa.

Infine, Dassault Systèmes darà vita a programmi formativi volti ad aumentare la consapevolezza delle principali problematiche legate al consumo di acqua, per sensibilizzare le generazioni future ad una corretta conservazione di questa risorsa preziosa, come il progetto francese Mission Ocean sostenuto dalla Fondazione Dassault Systèmes

Il mondo riconosce sempre più la necessità di preservare questo bene prezioso, l’acqua, avviando una nuova era di responsabilità e di sostenibilità. L’industria giocano un ruolo molto importante in questo “Decennio d’Azione dell’ONU”, ha dichiarato Bernard Charlès, Vice Chairman and CEO, Dassault Systèmes.  “Gli universi virtuali svolgono una funzione chiave per consentire ai nostri clienti di immaginare, progettare e testare i prodotti, i materiali e i processi di produzione affinchè rispondano ai requisiti di sostenibilità dell’economia di domani. Attraverso nuove soluzioni industriali, possiamo diventare il partner numero uno al mondo per una rinascita più sostenibile dell’industria che soddisfi gli obiettivi dell’Accordo di Parigi“.

L’acqua è vitale per la vita, eppure il consumo eccessivo per la produzione mondiale di beni e servizi ne mette a rischio la sua disponibilità. Oltre il 40% della popolazione mondiale ha scarse risorse d’acqua. In linea con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, l’ONU ha dichiarato un Decennio Internazionale d’Azione per l’Acqua per gli anni 2018-2028, incentrato su uno sviluppo sostenibile e una gestione integrata del consumo di acqua. “Water for Life” contribuisce a questo impegno, così come la recente adesione dell’azienda all’iniziativa Science Based-Targets e il suo ruolo di Sostenitore Ufficiale della TCFD (Taskforce for Climate-related Financial Disclosures).

“Water for Life” è stato presentato dal CEO di Dassault Systèemes Bernard Charlès al fianco dell’esploratore professionista e avventuriero Mike Horn, con cui condivide la stessa passione per una buona conservazione dell’acqua. 

In qualità di esploratore professionista, ho potuto constatare in prima persona come le attività umane abbiano avuto un impatto diretto sullo stato della nostra Terra. È fondamentale per gli esseri umani prendersene cura e, ancor di più, preservare l’acqua, la nostra risorsa più preziosa”, ha dichiarato Mike Horn.  “Sono felice che non solo l’ONU, le ONG e i politici si impegnino a favore di questo obiettivo, ma anche che leader industriali come Bernard Charlès, CEO di Dassault Systèmes, sottolineino l’importanza di questo tema chiave“.

Lanciata lo scorso febbraio, “The Only Progress is Human” è una campagna che punta ad una maggiore consapevolezza delle sfide sociali e ambientali, oltre a promuovere l’utilizzo dei mondi virtuali per approfondire queste tematiche e dar vita a innovazioni sostenibili per un futuro migliore. L’iniziativa sta coinvolgendo il pubblico attraverso una serie di “10 Atti” che illustrano come i gemelli virtuali possono essere utilizzati per creare esperienze incentrate sull’uomo e sul mondo reale per affrontare le sfide alle quali ciascun Atto è dedicato.  Il primo atto si è concentrato sulla sfida “Come possono i mondi virtuali cambiare il modo in cui viviamo le emozioni?” e ha portato alla creazione di un’esperienza musicale e visiva unica, chiamata “Armonia virtuale”, che ha visto protagonista il 3Dvarius, il primo violino elettrico stampato in 3D, progettato con le soluzioni di Dassault Systèmes. 

 

 

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

remtech expo

RemTech Expo: in presenza e digitale con meeters2.0

Questa nuova piattaforma, pensata per abbattere il distanziamento, consentirà alla comunità internazionale della Hub Tecnologica di...

Savio

Savio Industrial: meno 10.000 tonnellate all’anno di CO2 grazie alla cogenerazione di AB

I temi legati alla transizione ecologica ed energetica in Europa e in Italia sono al centro delle agende dei governi...

Techub

Snam inaugura il primo techub: la rete del futuro parte da Bologna

Il TecHub rientra in un piano complessivo di digitalizzazione delle attività di Snam che prevede 500 milioni di euro di...

Share This