Misure di ossigeno SIL2 con certificazione Ex

19 Febbraio 2021
ZIRKOR200

Sempre in sicurezza con ZIRKOR200 di SICK

 

Per la misurazione di ossigeno in processi di combustione industriali, SICK amplia la serie ZIRKOR, analizzatore all’ossido di zirconio, con nuove varianti per aree a rischio di esplosione e sistemi di sicurezza tecnico-procedurali. Questa tecnologia di analisi, facile da utilizzare, particolarmente robusta e precisa ha ora disponibili le versioni per aree a rischio di esplosione sia per zona gas (ZIRKOR200 Ex-G) che per zona polveri (ZIRKOR Ex-D). Inoltre, questa serie ha versioni certificate SIL2.

 

Entrambe le varianti a prova di esplosione di ZIRKOR200 sono certificate ATEX e IECEx. Lo ZIRKOR200 Ex-G per zona 1 è stato pensato, in particolare, nei settori della chimica, petrolchimica, petrolifero e del gas mentre lo ZIRKOR200 Ex-D per zona 21 è concepito, in particolare, per applicazioni nell’industria del cemento, per centrali elettriche o impianti di incenerimento e il riciclo dei rifiuti. In molte di queste realtà industriali, ZIRKOR200 con opzione SIL2 consente di effettuare misure rilevanti per la sicurezza con architettura 1oo1 (One out of One) con conseguente implementazione a basso costo di sistemi di sicurezza nell’automazione di processo. 

 

Manipolazione semplice, lunga durata, estrema versatilità  

Gli analizzatori high-tech della serie ZIRKOR200, usati per temperature di processo fino a 1.600 °C, convincono per la loro semplicità d’uso. Si regolano automaticamente e dispongono di una funzione di diagnostica integrata delle celle. Inoltre, l’utilizzatore può accedere facilmente agli analizzatori wireless tramite una opportuna app remota ed effettuare modifiche su versioni antideflagranti, senza che l’area a rischio di esplosione debba essere predisposta per interventi di manutenzione. Le innovative tecnologie LongLife, che proteggono la cella di misura degli analizzatori di ossigeno, assicurano una durata molto elevata in condizioni difficili, ad esempio in caso di contatto con gas corrosivi.

Grazie alla certificazione in accordo alla normativa EN 15267, le varianti ZIRKOR200 e ZIRKOR200 Ex-G sono adatte anche al monitoraggio delle emissioni. Lunghezze variabili della sonda e numerose interfacce garantiscono un livello elevato di versatilità per integrazione specifica di applicazioni e impianti.

 

ZIRKOR: Facile utilizzo e monitoraggio affidabile e preciso dei processi di combustione

Gli analizzatori di ossigeno in situ, ZIRKOR100 per piccoli impianti e le varianti ZIRKOR200 per impianti più grandi, possono essere impiegati anche per il monitoraggio dei processi di combustione. Misurano il contenuto di ossigeno subito dopo la combustione per regolare tempestivamente e in modo ottimale il dosaggio di ossigeno e del relativo combustibile. Possono essere così garantiti processi di combustione efficienti, eliminando sia le emissioni elevate CO dovute a un contenuto di ossigeno ridotto che perdite di calore molto elevate attraverso il gas di scarico a causa di quantità di ossigeno eccessive.

 

VISITA L’AZIENDA “SICK”

 

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

biometano

Superate le 10 mila ore di attività per il primo impianto di biometano da scarti agricoli in Italia

Nutrire la terra e produrre energia in maniera sostenibile nel rispetto del pianeta è il mantra che sta...

bioraffinerie

Acqua: depuratori come 'bioraffinerie urbane' per recuperare risorse idriche e materiali

Trasformare gli impianti di depurazione in vere e proprie “bioraffinerie urbane”, in grado di estrarre dai liquami e...

risorsa idrica

Giornata Mondiale dell’Acqua, Chimici e Fisici impegnati nel monitoraggio della risorsa idrica

Oltre all'analisi dell'impatto ambientale sulle risorse idriche, il supporto di Chimici e Fisici si è rivelato...

Share This