Presentata la nuova unità fail safe FQM di AUMA

6 Settembre 2016

FQM garantisce la movimentazione meccanica del dispositivo azionato in posizione di sicurezza

 

FQM, grazie a un’innovativa tecnologia progettata da AUMA, garantisce la movimentazione meccanica del dispositivo azionato in posizione di sicurezza, anche qualora mancasse energia elettrica, mediante l’uso di un avanzato sistema a molle.

Tra le principali novità offerte dal dispositivo si può citare il variable running speed, ovvero l’azionamento a velocità variabile. Questa particolarità consente all’attuatore di portare la valvola in posizione finale a velocità controllata, senza colpi d’ariete nella linea e quindi senza danni al sistema.

Inoltre, l’unità fail safe si caratterizza per l’easy integration, cioè la facilità di integrazione con diversi sistemi di controllo. Il prodotto ha la medesima unità di controllo degli attuatori standard e può essere acquistato con diverse interfacce, che possono essere abbinate a sistemi a trasmissione parallela e bus di campo.In particolare, supporta gli standard Profibus DP, Modbus RTU, DeviceNet, Foundation Fieldbus HART e Wireless HART.

auma-02
“Con la nuova unità Fail Safe”, ha commentato l’Amministratore Delegato di AUMA Italiana Andrea Villa, “offriamo agli operatori
dell’industria nuove possibilità per elevare la sicurezza dei propri impianti, mantenendone la flessibilità e la disponibilità. Il tutto con un rapporto prezzo qualità assolutamente unico”. Il prodotto costituisce l’ultima frontiera delle soluzioni AUMA per il mercato POWER, in cui il Gruppo tedesco è tra i leader.

Andrea Villa, in occasione dell’assemblea generale degli associati AVR (Associazione Costruttori Valvolame e Rubinetteria), è stato eletto nel Consiglio direttivo dell’associazione per il prossimo biennio 2016-2018. “Considero un onore e un impegno far parte del Direttivo dell’Associazione che da anni annovera Auma tra i propri associati nel sottogruppo Costruttori Valvole Industriali ed Attuatori”, ha commentato Villa. “Poter contribuire alla promozione di un settore così importante per la manifattura italiana è sicuramente una grande sfida, soprattutto in momenti così difficili per la nostra economia; ma sono altresì convinto che l’Associazione abbia molte frecce al proprio arco per poter contribuire fattivamente al successo della meccanica nazionale”. AVR è l’associazione industriale di categoria che rappresenta i costruttori di valvolame e rubinetteria. Raggruppa oggi una settantina di aziende del settore, in cui nel nostro Paese lavorano 27mila addetti e produce un fatturato di 7.000 milioni di euro.

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

TotalEnergies punta sui polimeri riciclati per uso alimentare

TotalEnergies punta sui polimeri riciclati per uso alimentare

TotalEnergies ha aderito a NEXTLOOPP, un'iniziativa che riunisce 48 aziende della catena del valore della plastica che mira a creare...

Tecnologie per idrogeno pulite: Europa al top nei brevetti

Tecnologie pulite per l'idrogeno: Europa al top nei brevetti

I brevetti sull'idrogeno si spostano verso tecnologie pulite con Europa e Giappone in testa, secondo i risultati di uno studio...

ButanGas con IBM per migliorare performance e disponibilità dei servizi

ButanGas con IBM per migliorare performance e disponibilità dei servizi

La collaborazione di ButanGas ha portato all’adozione della tecnologia IBM Power per aumentare la reattività dei sistemi e migliorare la...

Share This