Soluzione a LED decentralizzata per l’illuminazione di emergenza in aree pericolose

4 Ottobre 2022
Soluzione a LED decentralizzata per l'illuminazione di emergenza in aree pericolose

Eaton aggiunge la ExLin NE+ con batteria integrata alla gamma di plafoniere antideflagranti a LED ExLin per aree a rischio di esplosione.

 

La società per la gestione energetica Eaton ha annunciato oggi un’importante aggiunta ai suoi dispositivi di illuminazione a LED lineari CEAG ExLin per applicazioni in aree pericolose a rischio di esplosione. La nuova ExLin NE+ alimentata a batteria fornisce una soluzione a LED decentralizzata per l’illuminazione di emergenza, in conformità alla norma EN 60598-2-22.

 

Con Una soluzione di illuminazione a LED sicura, affidabile ed economica per le aree a rischio di esplosione pericolose, la gamma ExLin è certificata per l’uso in zona 1 e zona 21. Le applicazioni tipiche includono impianti di lavorazione di petrolio e gas, impianti petrolchimici, chimici e farmaceutici.

ExLin NE+ combina batterie al litio (più ecosostenibili rispetto a quelle al nichel-cadmio), una tecnologia LED all’avanguardia con gestione termica ottimizzata e l’uso di materiali collaudati nel tempo per offrire prestazioni affidabili anche negli ambienti più difficili.

Grazie alle opzioni di fascio di illuminazione standard, stretto e ampio, i dispositivi ExLin NE+ consentono di ottimizzare l’illuminazione in base all’applicazione. Le ExLin NE+ sono disponibili nelle versioni 3L (circa 3000lm) o 5L (circa 5000), con una illuminazione in modalità di emergenza di circa 1000 lm/2000 lm per un massimo di tre ore. La durata dell’illuminazione di emergenza può essere impostata localmente per 1,5 o 3 ore. Robusti e versatili, questi dispositivi di illuminazione a LED funzionano efficacemente a temperature comprese tra -40 °C e +45 °C.

Le operazioni di installazione e manutenzione sono notevolmente ridotte grazie all’innovativo design della batteria. La batteria al litio utilizzata nella ExLin NE+ non ha alcun ‘memory effect’ e ha una capacità più stabile nel tempo rispetto alle batterie NiCd standard. Inoltre, queste batterie innovative hanno una capacità di ricarica più rapida e questo significa che l’illuminazione di emergenza è disponibile in tempi molto più brevi. La batteria della ExLin NE+ è disegnata con la caratteristica Hot Swap, che consente una facile sostituzione della batteria nelle aree a rischio esplosione senza dover scollegare l’alimentazione.

I dispositivi di illuminazione a LED ExLin NE+ sono dotati di software integrato che monitora le funzioni del dispositivo ed esegue automaticamente le prove funzionali in conformità alla norma EN 50172. Un display a LED a due diodi (rosso e verde) mostra lo stato di carica e lo stato della batteria per una conferma immediata dell’integrità operativa.

 

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

TotalEnergies punta sui polimeri riciclati per uso alimentare

TotalEnergies punta sui polimeri riciclati per uso alimentare

TotalEnergies ha aderito a NEXTLOOPP, un'iniziativa che riunisce 48 aziende della catena del valore della plastica che mira a creare...

Tecnologie per idrogeno pulite: Europa al top nei brevetti

Tecnologie pulite per l'idrogeno: Europa al top nei brevetti

I brevetti sull'idrogeno si spostano verso tecnologie pulite con Europa e Giappone in testa, secondo i risultati di uno studio...

ButanGas con IBM per migliorare performance e disponibilità dei servizi

ButanGas con IBM per migliorare performance e disponibilità dei servizi

La collaborazione di ButanGas ha portato all’adozione della tecnologia IBM Power per aumentare la reattività dei sistemi e migliorare la...

Share This