Tutte le novità sul REACH

24 Ottobre 2016

Dalla sua nascita, ormai dieci anni fa, il REACH si è trasformato, anche sulla base dei nuovi concetti della cultura d’impresa e del nuovo trend dell’economia circolare. Oggi REACH è anche è roadmap registrazione 2018 e roadmap CSR. La 15a Conferenza Sicurezza Prodotti “REACH: cosa è cambiato, nuovi strumenti e nuovi concetti”, organizzata da Federchimica il 3 novembre a Milano, presenterà tutte le novità

 

La deadline per la registrazione REACH è fissata per il 31 maggio 2018. Questa data rappresenta l’ultima scadenza valida per i quantitativi di sostanze prodotte o importate tra 1 e 100 tonnellate. È importante che le aziende chimiche italiane – se non lo hanno già fatto – inizino, a poco meno di due anni dalla scadenza, a predisporre il dossier per la registrazione.

Tra le novità più importanti, vi è senza dubbio la modifica all’Allegato VII effettuata lo scorso 20 settembre. Il REACH dispone di cessare la sperimentazione su animali vertebrati e regolarmente effettua una revisione dei metodi di prova da impiegare per ottenere informazioni sulle proprietà delle sostanze. Il REACH ha dunque introdotto nuove metodologie di test per raccogliere informazioni in merito alla sensibilizzazione cutanea senza effettuare studi in vivo. In particolare, la modifica ha riguardato il punto 8.3 dell’Allegato VII, al fine di garantire l’utilizzo dei metodi alternativi, che spesso si basano su un approccio integrato per la sperimentazione e la valutazione. Nel testo si specifica poi che gli studi di sensibilizzazione in vivo che sono stati effettuati o terminati prima dell’11 ottobre 2016 possono, in certe condizioni, essere considerati idonei a soddisfare le prescrizioni in tema di informazioni standard.

Per informare gli operatori del settore chimico su queste modifiche, Federchimica ha organizzato a Milano il 3 novembre, la 15a Conferenza Sicurezza Prodotti “REACH: cosa è cambiato, nuovi strumenti e nuovi concetti”. All’incontro prenderanno la parola i funzionari dell’ECHA e dei Ministeri italiani coinvolti, per fare il punto sulle ultime modifiche del REACH e affrontare argomenti di interesse per le aziende del settore chimico, come la condivisione dei costi e dei dati alla luce delle novità introdotte dal Regolamento 2016/9, i nuovi strumenti informatici per l’invio dei dati all’ECHA. Infine, i partecipanti verranno aggiornati in merito alla roadmap CSR e al progetto InReach.

146_reach

ARTICOLI CORRELATI

Basf

BASF espande la capacità produttiva nel sito di Pontecchio Marconi

BASF ha deciso di aumentare del 20% la capacità produttiva per il suo antiossidante Irganox® 1520L nel sito in provincia...

Siad

Nasce il premio Siad Oicce per promuovere la ricerca dei gas tecnici in viticoltura ed enologia

Con 6 mila euro e una medaglia il gruppo chimico bergamasco premia i migliori progetti di ricerca che...

Lanxess

Lanxess completa la vendita del cromo a Brother

Lanxess ha completato la vendita della sua divisione Chrome Chemicals. L’acquirente è Brother Enterprises, produttore cinese di ausiliari chimici

Pin It on Pinterest

Share This