VisuNet FLX-Pepperl+Fuchs presenta una piattaforma flessibile per il monitoraggio degli impianti industriali

31 Maggio 2021
VisuNet

La nuova postazione operatore modulare VisuNet FLX fa parte di una gamma completa di sistemi Pepperl+Fuchs dedicata alla conduzione e al monitoraggio di impianti situati in aree classificate ATEX/IECEx Zona 2/22 e Divisione 2 (certificazioni globali in corso) e in aree non pericolose. Si tratta di un’intera suite di prodotti che offre agli specialisti dell’automazione la possibilità di realizzare svariate tipologie di soluzioni sul campo con la massima flessibilità.

La nuova piattaforma è stata progettata specificatamente per soddisfare le esigenze dell’industria petrolchimica, chimica e farmaceutica. Il design completamente modulare permette la configurazione di soluzioni HMI per massimizzare la funzionalità. 

 

I dispositivi della nuova famiglia VisuNet FLX possono essere ordinati in tre configurazioni di base, a seconda delle specifiche esigenze dell’utente. 

  1. Sistema HMI: sistema HMI completo (con display Full HD) combinato con un’unità thin-client, PC o monitor integrato, compreso l’alloggiamento in acciaio inossidabile in un design igienico. Adatto per l’installazione stand-alone, ad esempio su un piedistallo o un braccio di supporto. 
  2. Panel PC: display (con display Full HD di varie dimensioni) combinato con un’unità thin-client, PC o monitor integrato per il montaggio a pannello. 
  3. Box PC: PC stand-alone o thin client per l’installazione diretta in un armadio elettrico. 

Grazie alle numerose certificazioni già richieste (ad esempio, ATEX, IECEx, NEC500) e alla competenza offerta dalla vasta rete di partner Pepperl+Fuchs, la serie di prodotti VisuNet FLX offre una piattaforma flessibile e scalabile per realizzare soluzioni HMI che possono essere utilizzate in tutto il mondo. 

 

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

plastica riciclata

Additivi che migliorano la qualità della plastica riciclata

BASF lancia una nuova gamma di additivi che migliorano la qualità del materiale poliolefinico post-consumo e post uso industriale per...

La tecnologia waste-to-methanol converte chimicamente rifiuti urbani altrimenti smaltiti in discarica o avviati all’incenerimento, in un gas di sintesi da cui si ottiene il metanolo.

Patto per la tecnologia 'waste to methanol'

MyRechemical e Johnson Matthey cooperano per sviluppare commercialmente la tecnologia 'waste-to-methanol' a livello mondiale e...

Nuovi prepolimeri Low-Free di LANXESS

Nuovi prepolimeri Low-Free di LANXESS

Dall'azienda leader nella produzione di specialità chimiche LANXESS arrivano due nuovi prepolimeri a bassissimo contenuto di diisocianato...

Share This