Google cerca soluzioni per conservare l’energia rinnovabile

16 agosto 2017
Google

Google vuole “risolvere” una delle questioni più importanti per le rinnovabili: conservare in modo efficiente l’energia prodotta, per evitare sprechi e per averla ogni volta che c’è bisogno. Per questo sta lavorando a un sistema che sfrutta due elementi abbastanza inusuali: il sale e l’antigelo. Il progetto, anticipato dal sito di Bloomberg, ha nome in codice “Malta” ed è in capo alla divisione “X” di Alphabet, quella dedicata alle tecnologie più innovative e sperimentali.

Il cuore del sistema sono quattro cisterne: due sono riempite di sale e altre due di antigelo o altri idrocarburi liquidi.

L’energia generata da sole, vento o altre rinnovabili viene assorbita sotto forma di elettricità e convertita in aria calda e fredda: la prima scalda il sale e l’altra, tipo frigorifero, raffredda l’antigelo. Il processo si può invertire: l’aria calda e l’aria fredda vengono fatte scontrare generando forti raffiche che, tipo jet, fanno girare una turbina e generano nuova elettricità. Questa può essere immessa nella rete al momento del bisogno.

Tra i pregi del sistema il fatto che può essere posizionato ovunque, che potrebbe durare più a lungo delle batterie agli ioni di litio e che potrebbe non essere troppo costoso. La tecnologia, secondo quanto riferito dal direttore di X Obi Felten, è matura abbastanza da poter cercare partner per realizzarne un prototipo da connettere a una rete energetica.

Tra i consulenti del progetto c’è Robert Laughlin, premio Nobel per la fisica nel ’98.


Fonte: Ansa

ARTICOLI CORRELATI

danfoss sensori film sottile

Danfoss acquisisce la tecnologia dei sensori a film sottile

Danfoss ha acquisito da Sensata Technologies le attività legate a tecnologia chiamata Kavlico

Turboden Awarded a New Geothermal Power Plant

Turboden Awarded a New Geothermal Power Plant in Germany

The Company supplies a 3.4 MWe geothermal ORC unit in Bavaria

verniciatura 2G

L’industria della verniciatura del legno sceglie gli impianti 2G

2G Italia ha fornito l’unità di cogenerazione ottimizzata della linea agenitor per Torniveneta

Pin It on Pinterest

Share This