L’industria della verniciatura del legno sceglie gli impianti 2G

20 settembre 2017
verniciatura 2G

2G Italia ha fornito l’unità di cogenerazione ottimizzata della linea agenitor per Torniveneta, azienda veneta specializzata nella verniciatura del legno

2G Italia Srl, la filiale italiana di 2G Energy AG, uno dei maggiori produttori mondiali di impianti di cogenerazione per la generazione decentrata e fornitura di energia elettrica e calore, presenta la scelta di Torniveneta, azienda affermata nel mercato della produzione di ante laccate, impiallacciate e componenti per mobili. L’azienda ha installato un agenitor 312 NG, il più potente della serie di unità di cogenerazione ottimizzate di 2G.

L’azienda Torniveneta nasce nel 1967 come torneria del legno, da qui la natura del nome aziendale, e successivamente si è affermata come produttrice di cornici, inserendosi da subito nel mercato per la produzione di componenti per mobili. Seguendo le variazioni del mercato, converte la sua produzione in ante in legno e impiallacciate, diventando leader in questo settore. Sempre attenta ai trend e alle esigenze dei clienti si specializza nella produzione di antine laccate per la produzione di bagni e cucine, aprendo la strada anche al mercato estero. Inizia successivamente a collaborare con la grande distribuzione introducendo produzioni di mobili assemblati, in kit e intensificando l’attività di gestione e produzione di contract. La crescita costante porta l’azienda a trasferire la propria sede produttiva a Portobuffolè in un ampio sito produttivo nel quale i 10.000 mq di superficie hanno permesso di inserire nuovi macchinari e nuove tecnologie all’avanguardia. L’esigenza di crescere per l’acquisizione di nuovi clienti e l’acquisto di nuovi macchinari portano ad un ulteriore ampliamento dell’unità produttiva, prima a 15.000 mq di superficie fino ad arrivare a 20.000 mq. La Torniveneta è oramai una grande realtà mantenendo il core business aziendale nella produzione di antine laccate e impiallacciate per l’industria del mobile, operando principalmente per il mercato estero.

“Alta flessibilità, concretezza e affidabilità, punti cardini della nostra mission, ci permettono di adeguarci alle specifiche richieste del settore in continua evoluzione”, dichiara il signor Renato Anzanello della Torniveneta Srl. “La nostra organizzazione ci ha permesso di diventare leader nel campo delle ante laccate utilizzando vernici acriliche, poliuretaniche, antingiallenti ed ecologiche all’acqua sia per il mercato italiano che estero, annoverando tra i nostri clienti le migliori marche italiane ed europee di produzione di mobili. Abbiamo scelto di realizzare questo impianto di cogenerazione in quanto ci siamo resi conto di non poterne più fare a meno per diventare efficienti ed essere competitivi nel complesso mercato della produzione dei mobili”.

L’impianto di 2G, realizzato con la collaborazione di un installatore, fornisce energia elettrica e termica per tutto il processo produttivo. L’impianto, dopo una messa in opera in tempi molto rapidi, ha una potenza elettrica di 450 kW ed una termica di 481 kW, con rendimenti rispettivamente del 41 e del 43,8 %, per un rendimento totale rispetto al gas naturale utilizzato dell’84,8 %. L’unità è installata in un container standard insonorizzato a 65 db(A) a 10 metri.

La serie agenitor di 2G è disponibile nella gamma di rendimento da 220 kW a 450 kW e come combustibile può essere usato sia il gas naturale che il biogas.

Il team di sviluppo di 2G, ha raggiunto risultati eccellenti in termini di efficienza delle centrali di cogenerazione ottimizzando la tecnologia dei motori a gas. L’uso di pistoni in acciaio ha ridotto notevolmente le perdite di potenza e calore per attrito e la tecnologia a quattro valvole consente un notevole scambio di gas nella camera di combustione. Un sistema di accensione controllato da un micro processore assicura che il tempo e l’energia di accensione siano regolati alla qualità del gas.

Questi provvedimenti hanno aumentato notevolmente il livello d’efficienza e sia l’agenitor 406 (250 kW potenza elettrica) sia l’agenitor 408 (360 kW potenza elettrica) hanno ora un rendimento elettrico del 42.5 % che li classificano al top delle loro classi di potenza nel m

 

ondo. Per il gestore dell’impianto un livello maggiore di efficienza significa: minore consumo di gas, minori costi di carburante, resa maggiore.

Grazie alle componenti pesanti del motore, inoltre, l’agenitor è molto affidabile anche nelle normali funzioni start-stop.

Con una potenza installata di oltre 10.000 kW la serie agenitor è uno dei prodotti di punta dell’azienda. Lo sviluppo, compreso il sistema di controllo, effettuato per intero da 2G, garantisce qualità e caratteristiche uniche sul mercato. Il rispetto del limite di emissioni permette di ottenere un aumento complessivo del rendimento elettrico. Pistoni in acciaio e non più in alluminio, teste a 4 valvole e non più a 2, una geometria del pistone brevettata e consumi dell’olio ridotti della metà contribuiscono ad ottenere un notevole risparmio economico. I prodotti della serie agenitor possiedono, inoltre, una geometria della camera di combustione modificata che consente di ottimizzare l’intero ciclo termodinamico.

L’energia elettrica viene utilizzata per le utenze interne allo stabilimento. Quella termica, recuperata dalle camicie di raffreddamento dei cilindri e dai fumi di scarico, tramite uno scambiatore di calore produce acqua calda che viene immessa nella rete di distribuzione interna della fabbrica. L’acqua calda, che prima dell’installazione veniva prodotta utilizzando tradizionali caldaie a fiamma, viene principalmente usata per alimentare i forni di essicazione, dove le parti in legno verniciate vengono fatte asciugare in modo rapido ed uniforme. Il cliente opera su 1 o 2 turni, secondo i cicli di produzione e stima di poter utilizzare il cogeneratore per almeno 4000 ore/anno.

Aggiunge il signor Anzanello della Torniveneta Srl : “Siamo soddisfatti di aver scelto questa direzione e di aver scelto co

me azienda la 2G che ci ha offerto qualità e competenza uniche e un prodotto che ci aspettiamo possa continuare con questi livelli di rendimento che sono unici nel panorama”

L’unità di cogenerazione agenitor 312, attualmente la più potente della serie agenitor di 2G, si basa su di un motore endotermico a gas a 12 cilindri, specificamente ottimizzata dalla divisione 2G Drives per essere utilizzata in ambito cogenerativo. La linea agenitor, disponibile in versioni specifiche per alimentazione a gas naturale o biogas, copre una gamma di potenza compresa tra 80 (solo biogas) e 450 kW elettrici. I modelli attualmente commercializzati dispongono di package e unità di controllo elettronico C-Series, la terza generazione di casa 2G.

verniciatura 2g

“Il nuovo impianto, realizzato a tempo di record rappresenta uno dei frutti della nostra rinnovata strategia rivolta al mercato italiano della cogenerazione e trigenerazione a gas naturale”, commenta Christian Manca, CEO di 2G Italia. “I settori industriali e dei servizi si rivolgono con sempre maggiore interesse, nonostante l’instabilità normativa, alla cogenerazione/trigenerazione, perché permette loro di risparmiare nell’immediato sulla bolletta energetica, ma soprattutto come strumento competitivo a medio-lungo termine. Spesso l’installazione di un cogeneratore si accompagna con l’efficientamento di tutto il processo produttivo. La nostra strategia nel gas naturale, che privilegia accordi e collaborazione con i più innovativi specialisti di impianti e processi industriali e con le E.S.Co., si dimostra così vincente.”

2G è costantemente al lavoro per ampliare la sua leadership tecnologica attraverso una continua attività di ricerca e sviluppo riguardo i motori a gas naturale, biogas e applicazioni di gas di sintesi (ad esempio l’idrogeno).

Il risparmio derivante dall’utilizzo di un cogeneratore non è dato solamente dal livello di efficienza operativa, ma anche dalla sua manutenzione. L’azienda parallelamente a progettazione e realizzazione degli impianti di cogenerazione offre, infatti, soluzioni complete di assistenza e manutenzione.

Moderne tecnologie di comunicazione e software innovativi di analisi consentono di monitorare nella fase iniziale parametri operativi critici e suggeriscono al gestore dell’impianto provvedimenti da prendere per prevenire danni e guasti.

“Come parte della transizione energetica e sempre seguendo i moderni concetti di approvvigionamento di energia, gli impianti di cogenerazione stanno guadagnando sempre più importanza nei sistemi energetici di rete intelligente e nelle centrali elettriche virtuali grazie alla possibilità di un loro decentramento, controllabilità e disponibilità prevedibile”, aggiunge Christian Manca. “In alcuni settori, come ad esempio quelli alimentare, chimico o farmaceutico, il risparmio potenziale attraverso la cogenerazione può essere particolarmente elevato. Inoltre, in questi ambiti, non è raro vedere livelli di efficienza energetica raggiungere punte dell’87% e oltre e 2G è riconosciuta dal mercato come una delle aziende fornitrici di impianti di cogenerazione con i più alti livelli di efficienza”.

Fonte 2G Italia Srl

ARTICOLI CORRELATI

interruttori di sicurezza

Interruttori di sicurezza R. STAHL oltre la Classe 1

I sezionatori a norma EN 62626-1 con contatto ausiliario per disconnessione CF vanno oltre la Classe 1

Tyvek®

DuPont celebra i 50 anni di DuPont™ Tyvek®

50 anni di innovazioni scientifiche al servizio della protezione

catalizzatore SCR

Due novità da 2G: catalizzatore SCR e capsula acustica outdoor

Conformità alla TA Luft e ottimizzazione del trasporto grazie al dipartimento di Ricerca e Sviluppo di 2G

Pin It on Pinterest

Share This