Bosch Rexroth: fatturato 2018 in crescita, più 12% rispetto all’anno precedente

24 aprile 2019
BOSCH

Nel corso del 2018 Bosch Rexroth ha raggiunto un fatturato di circa 6,2 miliardi di euro. Il Gruppo, leader mondiale di tecnologie e servizi drive&control ha registrato una crescita del 12,4% rispetto all’anno precedente

 

“Il fatturato e l’andamento globale del 2018 hanno superato le nostre aspettative. I dati positivi costituiscono le basi e il presupposto per affrontare il 2019 nel migliore dei modi”, ha dichiarato Rolf Najork, Direttore di Robert Bosch GmbH, responsabile della divisione Tecnica Industriale e Presidente del Consiglio d’Amministrazione di Bosch Rexroth AG.

In Germania il Gruppo ha registrato un incremento di fatturato di quasi l’11%, raggiungendo 1,4 miliardi di euro. Con 2,1 miliardi di euro (+ 10,5%), Bosch Rexroth ha realizzato in Europa (Germania esclusa) circa un terzo del risultato complessivo. L’azienda ha registrato una crescita particolarmente significativa nell’area Asia-Pacifico, dove, con 1,6 miliardi di euro, il fatturato è cresciuto di quasi un quinto rispetto all’anno precedente. Dati positivi anche in Nord e Sud America, con 1,1 miliardi di euro (+ 8,2%).

“Il 2018 è stato un anno particolarmente significativo per Bosch Rexroth, al di là degli ottimi risultati in termini numerici: abbiamo infatti dimostrato di saper abbinare cambiamenti strutturali e crescita del fatturato”, ha proseguito Najork.

Guardando al passato, Bosch Rexroth ha visto un trend positivo nei settori Automazione di fabbrica, Impiantistica, Engineering e Applicazioni mobili. Nel 2018, a spingere la crescita sono state soprattutto l’idraulica mobile e l’automazione di fabbrica.

Oltre alla consolidata esperienza nell’idraulica industriale e nelle applicazioni mobili, Bosch Rexroth sta rafforzando la propria mission nell’Industry 4.0, con soluzioni su base software, automatizzate e integrate. In tutti i settori di attività, l’azienda punta a digitalizzazione, integrazione ed elettrificazione.

Automazione: soluzioni per la fabbrica del futuro

Nel 2018 il comparto automazione ha costituito la maggior parte del fatturato Industry 4.0 del Gruppo Bosch. “L’Industry 4.0 non rappresenta un obiettivo a se stante: è il futuro, per noi e per i nostri clienti”, ha rimarcato Najork.

All’edizione di quest’anno della Fiera di Hannover, infatti, l’azienda ha mostrato concretamente il concetto di Fabbrica del Futuro. Con il sistema di trasporto autonomo Active Shuttle, presentato sempre in occasione della fiera, Bosch Rexroth consolida ulteriormente il proprio portfolio Industry 4.0, debuttando nell’intralogistica: nella fabbrica integrata, infatti, produzione e logistica sono in costante crescita.

Impiantistica ed engineering: soluzioni integrate e intelligenti

Anche nell’ambito del tradizionale core business, Bosch Rexroth promuove il passaggio dal semplice concetto di applicazioni a soluzioni intelligenti e integrate. L’innovativa centralina idraulica CytroBox, per esempio, consente di integrare componenti idraulici e di pensarli in modo intelligente nell’ambito della produzione.

Applicazioni mobile digitalizzate e IoT ready

Dopo un 2017 molto positivo, nel 2018 il mercato globale delle macchine operatrici ha potuto nuovamente registrare una crescita a due cifre. Bosch Rexroth mantiene la propria leadership di mercato nell’idraulica mobile. Questi i trend principali:  digitalizzazione delle macchine operatrici mobili, per una maggiore efficienza e in ottica di integrazione; l’Internet of Things (IoT) acquista sempre maggiore rilevanza anche per le macchine operatrici mobili.

Investimenti futuri

Nel corso del 2018 Bosch Rexroth ha investito più di 327 milioni di euro nello sviluppo di nuovi prodotti e soluzioni: una quota corrispondente a oltre il 5% del fatturato. “Anche per il futuro punteremo a soluzioni innovative e miriamo a rafforzare ulteriormente il nostro vantaggio competitivo in tutti i settori”, ha sottolineato Najork. Per esempio, ad Ulm sta prendendo forma un nuovo Customer & Innovation Center, in cui, per ogni tecnologia e ogni settore di attività si lavorerà a progetti e modelli aziendali orientati alla digitalizzazione, all’elettrificazione e alla fabbrica del futuro.

In Cina, a marzo, Bosch Rexroth ha iniziato i lavori di espansione dello stabilimento di Xi’an. Con un investimento di circa 60 milioni di euro, l’azienda raddoppierà le capacità produttive e di sviluppo nelle soluzioni integrate per il mercato asiatico dell’automazione di fabbrica. Xi’an diventerà così uno stabilimento modello Bosch Rexroth per le tecnologie in ambito Industry 4.0.

Prospettive e overview di mercato

Per il secondo semestre del 2019, il Gruppo si aspetta nell’insieme un rallentamento trend di crescita positivo. Pur in un contesto di mercato probabilmente più debole, Bosch Rexroth prosegue con coerenza nel raggorzare e consolidare la propria forza competitiva.

Il comparto dell’automazione di fabbrica continuerà a beneficiare del trend positivo, verso la digitalizzazione. Le soluzioni di automazione per una maggiore produttività e per l’implementazione di tecnologie Industry 4.0 vanno incontro alla domanda di mercato a livello globale. Anche il segmento delle soluzioni per intralogistica offrono ulteriori potenzialità di crescita; per il 2019, tuttavia, si prevedono dinamiche d’investimento complessivamente inferiori, soprattutto a causa della minore domanda in Cina a partire dalla fine dello scorso anno. Nel 2018, anche il mercato dell’idraulica industriale ha beneficiato della congiuntura generale positiva, registrando una moderata crescita. Per quest’anno ci si attende una crescita complessiva leggermente più debole, ma con differenze in singoli settori.

ARTICOLI CORRELATI

Università

Università e lavoro: cresce la domanda nel settore della chimica

l comparto della chimica ha i numeri per offrire grandi prospettive di impiego ai neolaureati. Eppure gli aspiranti chimici latitano.

Orion Engeneered

Orion Engineered Carbons: a Ravenna una nuova produzione di nero di carbonio nel rispetto dell'ambiente

Non aumentano le emissioni di polveri e diminuiscono anzi significativamente le emissioni di ossidi di azoto (NOx)

Pfizer

Fusione Pfizer-Mylan, nasce il gigante dei medicinali a basso costo

Il gruppo statunitense Pfizer ha raggiunto un accordo per la fusione di Upjohn con la produttrice di farmaci generici Mylan

Pin It on Pinterest

Share This