Dassault Systèmes: intervista a Chiara Bogo, Direttore Marketing EuroMed

12 aprile 2019
dasssault

Breve storia di Dassault systèmes

Dassault systèmes nasce agli inizi degli anni 80, come pioniere tecnologico del design in 3D, poi del digital mock-up, per arrivare alle soluzioni di Product Lifecycle Management. Nel 2012  è stata lanciata la 3DEXPERIENCE Platform, un ambiente digitale, disponibile anche su cloud, che ottimizza le performance dei suoi applicativi e delle sue industry solution experience.

Nel settore energy, oil & gas e trasporti si è investito molto in ricerca e sviluppo negli anni, arrivando a rendere disponibili soluzioni specifiche per il settore, compreso quelli di industria di processo, chimica e mineraria.

Al centro della tecnologia di Dassault Systèmes c’è il digital twin, il gemello digitale che è fondamentale non soltanto nella fase di progettazione di nuovi impianti, ma è oggi anche un potentissimo strumento per simulare la gestione degli stessi, agevolando l’operatività giornaliera del team che lavora sull’impianto, con un notevole impatto positivo anche su tempi e costi di gestione.

Un tema molto sentito è la sostenibilità ambientale

Aspetti collaterali ma non meno rilevanti per l’azienda sono i temi della sostenibilità e dell’impatto ambientale. La piattaforma 3DEXPERIENCE consente agli innovatori di assumere un ruolo centrale nello sviluppo di nuovi modelli di sostenibilità. La simulazione del funzionamento dell’impianto attraverso i gemelli digitali aiuta nell’operatività. E’ possibile, infatti, importare ed elaborare in tempo reale i dati acquisiti tramite le tecnologie IoT per intervenire e minimizzare eventuali danni ambientali; in ottica di  gestione operativa, i dati consentono di prevenire eventuali problematiche o guasti e, di conseguenza, anche di aumentare la sicurezza per operatori.

La forza lavoro per Dassault systèmes

The Workforce of the Future è un aspetto fondamentale per Dassault Systèmes, in una situazione in cui tutta l’industria è alle prese con il pensionamento di una parte della forza lavoro e con l’arrivo di una nuova generazione di addetti, più orientati e propensi all’uso della tecnologia. Per adattarsi a questo cambiamento, le aziende devono saper acquisire le best practice e la conoscenza maturate e accumulate nel corso di decenni, per trasmetterle ai nuovi lavoratori. A loro volta, questi ultimi, nonostante manchino dell’esperienza dei più anziani, si aspettano che il datore di lavoro fornisca loro i metodi e gli strumenti più moderni per lavorare. Le tecnologie basate sulla realtà virtuale e sulla realtà aumentata esercitano una forte attrattività nei confronti dei migliori neolaureati nelle discipline più avanzate e sono quindi indispensabili per avere una forza lavoro sempre all’avanguardia, a vantaggio dell’esecuzione e della sicurezza.

 

Un ultimo aspetto importante è che la piattaforma 3DEXPERIENCE abilita la collaborazione, cioè rende possibile la creazione di team virtuali di lavoro che, indipendentemente da dove si trovino i loro membri, riescono a collaborare a progetti, o a parti di progetti, creando un ecosistema in cui gli attori condividono le informazioni chiave e sono in grado di gestire e risolvere problemi in modo efficace, ottimizzando i costi.

ARTICOLI CORRELATI

Comau

Comau rafforza la sua posizione nel campo dell'E-mobility attraverso un progetto innovativo con Leclanché

Comau e Leclanché sviluppano una delle prime linee automatizzate al mondo per la produzione industriale di soluzioni per l'accumulo energetico...

Orion Engeneered

Orion Engineered Carbons: a Ravenna una nuova produzione di nero di carbonio nel rispetto dell'ambiente

Non aumentano le emissioni di polveri e diminuiscono anzi significativamente le emissioni di ossidi di azoto (NOx)

Coperion

Coperion e Coperion K-Tron alla K 2019

All’insegna del motto “Making more out of your plastics”, Coperion e Coperion K-Tron partecipano alla K 2019, dal 16 al...

Pin It on Pinterest

Share This