DVP Solar e Seapower, al via la collaborazione per lo sviluppo di due nuovi progetti di agrivoltaico avanzato in Piemonte e Veneto

6 Maggio 2024
DVP Solar impianti

Gli impianti, per un totale di 71 MWp, contribuiranno alla produzione elettrica da fonte rinnovabile nel Nord Italia, perseguendo una crescita economica sostenibile senza compromettere le risorse naturali.

 

Saranno presentati in autorizzazione in Piemonte e in Veneto i progetti di due nuovi impianti di agrivoltaico avanzato, nati dalla collaborazione tra DVP Solar, multinazionale specializzata nella tecnologia fotovoltaica, che nel 2023 è risultata l’azienda che ha presentato il maggior numero di progetti al Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE), e Seapower Scrl, centro di ricerca partecipato dall’Università Federico II di Napoli, con oltre trent’anni di esperienza nelle energie rinnovabili

 

 

La collaborazione, presentata in occasione della Giornata Mondiale del Sole – che ricorre il 3 maggio per promuovere l’energia solare come fonte di energia pulita ed inesauribile – nasce dalla condivisione dei valori che guidano entrambe le aziende: portare avanti progetti di sviluppo di energia rinnovabile in Italia, nel rispetto delle normative europee vigenti e privilegiando soluzioni tecnologiche in grado di tutelare il territorio e la biodiversità.

Gli impianti agrivoltaici, in particolare quelli di tipo avanzato, su cui Seapower ha raggiunto, negli anni, un elevatissimo know-how, garantiscono la migliore integrazione tra attività agricola, preservandone la continuità, e la produzione elettrica da fonte rinnovabile, rappresentando soluzioni virtuose e migliorative rispetto ai classici impianti fotovoltaici.

L’avvio dell’iter autorizzativo relativo al primo progetto di impianto di tipo agrivoltaico avanzato, denominato DSIT27 Granozzo, sarà sviluppato tra i paesaggi della piana novarese, a Granozzo con Monticello. Il progetto prevederà moduli in silicio cristallino montati su strutture a rotazione monoassiale 1P, per una potenza di 29 MWp, una producibilità attesa di circa 43.000 MWh/anno e 22.800 ton/anno di emissioni CO2 potenzialmente evitabili.

La scelta dei moduli elevati da terra mira a ottimizzare le prestazioni del sistema agrivoltaico sia in termini energetici, che agricoli. L’impianto agrivoltaico si integrerà perfettamente con il paesaggio circostante: si estenderà su una superficie di 54 ettari caratterizzata da terreni favorevoli alla coltivazione dei cereali, foraggere, vite e frutta a guscio. 

L’avvio dell’iter autorizzativo relativo al secondo dei progetti, sorgerà, invece, tra i rami del Po, ad Ariano nel Polesine, in Veneto, l’impianto agrivoltaico denominato DSIT2 Ariano, che si estenderà su una superficie di 63 ettari, caratterizzata da terreni favorevoli alla coltivazione di cereali, vite e frutteti. Anche questo progetto prevederà moduli in silicio cristallino montati su strutture a rotazione monoassiale 1P, con una potenza di 42 MWp, una producibilità attesa di circa 70.500 MWh/anno e 37.300 ton/anno di emissioni CO2 potenzialmente evitabili.

Per entrambi i progetti, DVP Solar si avvarrà della collaborazione di Seapower che si occuperà della progettazione ingegneristica integrata, con l’analisi dei siti, la progettazione ambientale, paesaggistica, architettonica ed elettrica definitiva per l’ottenimento delle autorizzazioni VIA e AU. 

“Siamo orgogliosi di questa nuova collaborazione che premia il grande lavoro fatto dal nostro team in tutti questi anni,” afferma il Vicepresidente Seapower Francesco Lioniello. “La nostra progettazione dei nuovi impianti DVP Solar sarà attenta all’integrazione con il paesaggio e, soprattutto, alla promozione e alla crescita dell’economia agricola locale, a mezzo di un progetto agronomico capace di valorizzare il territorio e i suoi frutti.”

Le parole del Country Manager, Italo Rubeo, confermano la scommessa di DVP Solar in tutto il territorio italiano: “Questi due progetti sono molto importanti perché rappresentano il consolidamento della nostra posizione nel Nord Italia e ribadiscono la nostra linea strategica di crescita”.

Inoltre, prosegue Rubeo, “Unendo il potenziale della produzione elettrica tramite sistemi fotovoltaici con la vitalità dell’agricoltura, i nostri progetti agrivoltaici rappresentano la perfetta sinergia tra sostenibilità energetica e agricoltura responsabile. Il nostro impegno va oltre la mera coesistenza: con il progetto di integrazione delle produzioni agricole coordinate a livello nazionale, denominato “F.A.R.M.” (il cui brand è già stato registrato da DVP Solar a livello europeo), stiamo ridefinendo il concetto stesso di agricoltura. Tramite il coinvolgimento delle comunità locali e la collaborazione con esperti del settore agri-business, il mondo accademico, le associazioni di categoria e partner tecnici come Seapower, continueremo a lavorare per un futuro in cui la produzione elettrica e l’agricoltura non solo coesistono, ma si valorizzano reciprocamente. I nostri progetti agrivoltaici sono un esempio tangibile di come sia possibile raggiungere una crescita economica sostenibile senza compromettere le risorse naturali del nostro pianeta.”

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

ENEL e NREL

Agrivoltaico, ENEA e NREL coordinano il Gruppo d’Azione dell’Agenzia internazionale dell’energia

L’obiettivo del nuovo organismo è coordinare la ricerca sull’agrivoltaico, sintetizzarne i risultati e sviluppare una migliore conoscenza delle attuali tendenze,...

Hydroalp

Hydroalp completa il primo sistema Plug & Play per la produzione di idrogeno

Completato con successo il collaudo del primo container “plug & play” per la produzione di idrogeno. H2ALP-120, così si chiama...

Margo

Nasce Margo, nuova iniziativa di standard aperto per l'interoperabilità, per una manifattura più efficiente e sostenibile

L'iniziativa è ospitata dalla Linux Foundation e guidata da un gruppo fondatore di fornitori di soluzioni di automazione industriale tra...

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 60 Editrice Industriale è associata a:
Anes
Assolombarda

IndustryChemistry

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 60

Se vuoi diventare nostro inserzionista, dai un’occhiata ai nostri servizi.
Scarica il mediakit per maggiori dettagli in merito.

La nostra certificazione CSST WebAuditing

Editrice Industriale è associata a: Anes  Assolombarda