ENEA e Shell insieme per la filiera nazionale di idrogeno verde

4 Agosto 2021
ENEA e Shell insieme per la filiera nazionale di idrogeno verde

ENEA e Shell Energy uniscono le forze per promuovere la conversione a idrogeno verde dei processi industriali italiani, contribuendo alla transizione energetica del Paese

 

Un accordo di collaborazione triennale per la ricerca e lo sviluppo di tecnologie innovative nel campo dell’idrogeno, con particolare focus sulla decarbonizzazione dei settori energivori. È il patto siglato da ENEA e Shell Energy Italia con l’obiettivo di realizzare soluzioni energetiche sostenibili e promuovere la decarbonizzazione delle aziende ad alta intensità energetica convertendo i processi industriali a green hydrogen.

Grazie a questa collaborazione sarà possibile studiare soluzioni innovative e tecnologicamente avanzate per l’incremento della produzione di idrogeno verde tramite progetti di elettrolisi dell’acqua integrati ed alimentati dalla generazione di energia rinnovabile solare, i processi di stoccaggio dell’idrogeno e l’utilizzo nelle reti di distribuzione del gas.

L’accordo prevede la creazione di specifici gruppi di lavoro per attività di ricerca, studi di fattibilità congiunti e analisi degli impianti industriali ad alto consumo di energia nei settori acciaio, cemento, vetro, ceramica, carta e alluminio.

“Quest’intesa con Shell Energy Italia consentirà di sviluppare tecnologie e soluzioni innovative con un partner di rilievo internazionale in progetti per la produzione di idrogeno in Europa e nella decarbonizzazione di grandi clienti industriali in Italia. L’utilizzo sistematico dell’idrogeno verde è strategico per ridurre l’impatto ambientale e raggiungere gli obiettivi degli accordi di Parigi sul clima, del Green Deal e del Piano Nazionale Integrato per Energia e Clima”, ha commentato Giorgio Graditi, Direttore del Dipartimento ENEA di Tecnologie Energetiche e Fonti Rinnovabili. “Lo sviluppo di una filiera nazionale in questo settore ha importanti ricadute anche per sostenere la nascita e la crescita di un ecosistema dell’idrogeno nel nostro Paese e all’interno del bacino Mediterraneo”.

“La partnership strategica con un grande player quale ENEA è espressione concreta della volontà e dell’impegno di Shell nel sostenere la trasformazione del sistema energetico verso tecnologie low carbon”, ha dichiarato Massimiliano Mannino, Presidente di Shell Energy Italia. “Siamo convinti che grazie all’esperienza pluriennale di ENEA e alla nostra conoscenza del mercato, maturata fornendo gas ed elettricità ad oltre 500 grandi clienti commerciali ed industriali, si possano concretamente avviare soluzioni innovative e sostenibili per la transizione energetica oltre che promuovere un cambio strutturale dei consumi finali di energia.

 

 

 

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Primo deposito costiero di GNL dell’Italia continentale

Il primo deposito costiero di GNL dell’Italia continentale

Edison avvia la prima catena logistica integrata di GNL su piccola scala in Italia, con un piano di sviluppo della...

Eni segna il passo nella fusione a confinamento magnetico

Eni segna il passo nella fusione a confinamento magnetico

Raggiunto un traguardo fondamentale nella ricerca sulla fusione a confinamento magnetico, tecnologia mai sperimentata prima che...

Top Energy - Eco Meeting

Due giornate di incontri esclusivi su energia e ambiente

Top Energy - Eco Meeting mette in contatto domanda e offerta dei settori energia e ambiente con incontri one to...

Share This