Il Gruppo SICK festeggia i suoi primi 70 anni di attività

14 Luglio 2016

SICK spegne le sue prime 70 candeline. Oggi il Gruppo tedesco, nato nel 1946 grazie a un’intuizione dell’inventore Erwin Sick che iniziò applicare le sue conoscenze nell’ottica all’elettronica, è tra i più apprezzati fornitori di sensori e soluzioni tecnologiche per l’automazione industriale

Da 70 anni SICK produce e realizza sensori innovativi destinati alle industrie di tutto il mondo.
Il Gruppo, creato nella Germania del secondo dopoguerra a partire dalle intuizioni pionieristiche di Erwin Sick, taglia nel 2016 questo importante traguardo.

Nel 1946 il fondatore – a margine dalla costruzione e del commercio di apparecchi radiofonici, suo business principale – Maire Tecnimontiniziò a sviluppare dispositivi opto-elettronici di alta tecnologia, con collaborazione della moglie Gisela, che mantiene ancora oggi la carica di membro onorario del Comitato Direttivo di SICK. Il primo prodotto a essere brevettato, nel 1951, fu il primo modello di barriera fotoelettrica di sicurezza fondata sul principio di auto collimazione, seguito nel 1958 dal primo apparecchio pensato per il controllo dei fumi e delle emissioni in atmosfera.

Negli anni settanta, SICK si ingrandì e passò da ditta individuale a Erwin Sick GmbH Optik-Elekronik, diventando poi società per azioni nel 1996. Negli anni 2000 l’espansione continuò grazie allo sviluppo di nuovi prodotti all’avanguardia, come sensori con tecnologia a tempo di volo e le camere bidimensionali e tridimensionali, e all’acquisizione di altre società del settore. In anticipo sui tempi, nel 2004 SICK ha adottato il claim “Sensor Intelligence”, che sembrava già preannunciare i recenti sviluppi legati alla Smart Factory. Oggi il Gruppo è a tutti gli effetti globale e conta circa 7.500 dipendenti e un fatturato che supera 1,25 miliardi di euro.

L’anniversario è stato festeggiato ufficialmente lo scorso 30 giugno, quando le quattro generazioni della famiglia Sick si sono riunite nella sede principale del Gruppo a Waldkirch, in Germania. Da lì sono iniziate poi le celebrazioni nelle sedi locali di tutto il mondo con una grande promessa: “Con i nuovi sensori intelligenti SICK continuerà anche in futuro a definire standard di riferimento nella tecnologia, basandosi sull’affidabilità, sulla qualità e sull’innovazione. Il prossimo obiettivo è quello di produrre sensori intelligenti per i Cyber Physical Systems di Industry 4.0”.

 

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Nextchem rafforza il portafoglio tecnologico con un'acquisizione strategica

Nextchem rafforza il portafoglio tecnologico con un'acquisizione

La Holding entra nei mercati delle plastiche biodegradabili e dei derivati ad alto valore aggiunto acquisendo una quota dell'83,5% di...

TotalEnergies punta sui polimeri riciclati per uso alimentare

TotalEnergies punta sui polimeri riciclati per uso alimentare

TotalEnergies ha aderito a NEXTLOOPP, un'iniziativa che riunisce 48 aziende della catena del valore della plastica che mira a creare...

Tecnologie per idrogeno pulite: Europa al top nei brevetti

Tecnologie pulite per l'idrogeno: Europa al top nei brevetti

I brevetti sull'idrogeno si spostano verso tecnologie pulite con Europa e Giappone in testa, secondo i risultati di uno studio...

Share This