Supercomputer di classe mondiale EuroHPC in Bulgaria

24 Febbraio 2022
Supercomputer di classe mondiale EuroHPC in Bulgaria

È operativo a Sofia il supercomputer Discoverer della EuroHPC JU. Nella TOP500 dei più potenti del mondo, sosterrà le simulazioni scientifiche per sviluppo di applicazioni in settori come la salute, l’ecologia, l’agricoltura o la progettazione di materiali.

 

Il design di Discoverer si basa sull’infrastruttura tecnologica BullSequana XH2000 fornita da Atos, questa nuova macchina di classe exascale e può eseguire più di 4,5 Petaflop, l’equivalente di 4,5 milioni di miliardi di operazioni al secondo

 

Finanziato tramite un investimento congiunto di circa 11,5 milioni di EUR da European High Performance Computing Joint Undertaking e dalla Repubblica di Bulgaria, Discoverer fornirà servizi HPC a un’ampia gamma di utenti, in Bulgaria, nella regione dei Balcani e in Europa. Questi sosterranno lo sviluppo di applicazioni nella scienza, nel settore pubblico e nell’industria, in settori come la salute, la genomica, l’ecologia, l’agricoltura o la progettazione dei materiali, ad esempio per supportare la scoperta di nuovi farmaci, comprendere meglio le interazioni molecolari o facilitare il clima e la simulazione sismica. 

Discoverer è classificato al 91° posto nell’elenco TOP500 dei sistemi di supercomputer più potenti del mondo. Le prestazioni della macchina, situata nel territorio del parco scientifico e tecnologico bulgaro Sofia Tech Park, sono state valutate attraverso prove speciali eseguite secondo gli standard e i requisiti dell’organizzazione non governativa indipendente che compila l’elenco. L’accesso alle risorse informatiche della nuova macchina sarà gestito congiuntamente dalla Repubblica di Bulgaria e dall’impresa comune EuroHPC in proporzione ai loro investimenti. 

 

BullSequana XH3000 integra le tecnologie, le reti e l’interconnessione più recenti e più esigenti ed è alimentato dalle più recenti architetture di processori e acceleratori CPU e GPU di AMD, Intel, NVIDIA e, infine, dal microprocessore europeo di SiPearl, per una migliore capacità di alimentazione e prestazioni migliorate, per fornire simulazioni scientifiche su larga scala, più rapide ed efficienti. La sua architettura OpenSequana lo rende completamente compatibile con qualsiasi futura tecnologia blade e di interconnessione, in modo che gli utenti possano facilmente scalare quando necessario. Con un approccio security-by-design, che integra il monitoraggio delle vulnerabilità e l’anticipazione delle minacce, BullSequana XH3000 garantisce una protezione efficace dei dati.

 

Earl Joseph, CEO di Hyperion Research, gruppo di analisti del settore HPC ha affermato: “Con il suo nuovo supercomputer BullSequana XH3000, ecosistema di calcolo ibrido che integra intelligenza artificiale e quantistica, e la sua solida tabella di marcia per l’exascale, Atos dimostra una visione chiara e completa del futuro della simulazione scientifica, tenendo conto dell’importanza della decarbonizzazione”.

 

Mariya Gabriel, commissaria europea per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e la gioventù, ha dichiarato: Con EuroHPC Discoverer, la Bulgaria può promuovere la ricerca e integrarsi meglio negli ecosistemi di innovazione paneuropei. Stimolerà la ricerca ad alta intensità di dati in settori quali la medicina, l’industria o la sicurezza. Questo nuovo supercomputer aiuterà gli utenti europei a guidare la ricerca e l’innovazione, indipendentemente da dove si trovano in Europa“.

 

Anders Dam Jensen, direttore esecutivo della European High Performance Computing Joint Undertaking, ha così commentato: “Sono lieto di dare il benvenuto a Discoverer nella nostra crescente famiglia di supercomputer EuroHPC, grazie al lavoro instancabile del Sofia Tech Park.  Discoverer è una pietra miliare molto importante verso il raggiungimento del nostro obiettivo di fare dell’Europa un leader mondiale nel calcolo ad alte prestazioniDiscoverer aumenterà significativamente la potenza di calcolo attualmente disponibile in Europa. Guiderà l’innovazione, alimenterà la ricerca e sosterrà la sovranità digitale dell’Europa“. 

 

Peter Statev, presidente del consiglio di sorveglianza del Sofia Tech Park JSC, ha dichiarato: “L’ambizione del team bulgaro è creare le condizioni per l’utilizzo di Discoverer non solo per la ricerca scientifica, ma anche per creare una piattaforma per il suo utilizzo da parte del business as a service (HPCaS). Nel mondo di oggi, i dati sono una risorsa di altissimo valore e la nostra capacità di preparare, elaborare e analizzare diverse classi di dati è la chiave per la competitività.
Non meno importante è l’integrazione di Discoverer nel sistema delle infrastrutture scientifiche nazionali e l’uso congiunto ed efficace degli investimenti nei Centri di Eccellenza e nei Centri di Competenza. Facendo parte della famiglia europea di supercomputer e dei loro team, sono convinto che saremo uno strumento significativo per la trasformazione digitale dell’industria e della società bulgara. Allo stesso tempo, rimaniamo aperti alla ricerca e allo sviluppo tecnologico congiunti con partner europei e regionali”.

 

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Guida alla diagnosi energetica nel settore farmaceutico

Guida alla diagnosi energetica nel settore farmaceutico

Online la guida operativa di ENEA e Farmindustria per la redazione delle diagnosi energetiche all’interno degli stabilimenti produttivi delle aziende.

weFlux2: un unico sensore per pressione e temperatura

weFlux2: un unico sensore per pressione e temperatura

Questi sensori dimezzano il numero dei punti di misura, riducendo l’impegno economico e tecnico per installazione, configurazione e manutenzione.

Sistema di estrazione manuale a pressione positiva ASPEC (PPM) per la riproducibilità dei tuoi risultati

Sistema di estrazione manuale a pressione positiva ASPEC (PPM) per la riproducibilità dei tuoi risultati

Se la vostra priorità è la flessibilità, il rendimento o l'ingombro, abbiamo un sistema affidabile per  le vostre...

Share This