In Italia servono oltre 87 GW di flessibilità per raggiungere l’obiettivo del 100% di rinnovabili al minor costo possibile

2 Aprile 2021
rinnovabili

Per soddisfare questo fabbisogno Wärtsilä lancia una tecnologia di bilanciamento della rete in grado di generare un aumento di oltre 10 MW in due minuti

 

Sono necessarie oltre 87,1 GW di risorse altamente flessibili affinché i sistemi energetici italiani possano operare al 100% con energia rinnovabile, al minor costo possibile. Per raggiungere questo importante obiettivo è necessario aumentare la flessibilità del sistema energetico italiano.

Lo evidenzia il gruppo tecnologico Wärtsilä, sottolineando come la capacità necessaria per bilanciare il passaggio dell’Italia al 100% di fonti rinnovabili intermittenti si basi su due tecnologie chiave: oltre 73,0 GW di stoccaggio di energia e oltre 14,1 GW di capacità flessibile a gas e capace di operare anche con i combustibili più innovativi. I futuri combustibili potranno essere prodotti durante i periodi in cui le energie rinnovabili producono più elettricità del necessario.

Wärtsilä, inoltre, ha riscontrato come tra i Paesi del G20 l’Italia è al 14° posto per fabbisogno di tecnologie flessibili e agili. Questo riflette non solo il potenziale eccezionalmente alto del nostro Paese di soddisfare la domanda con l’energia solare (oltre il 55% in Italia), ma anche la necessità di immagazzinare tale energia quando quella solare non viene più prodotta.

Marco Golinelli, Senior Business Development Manager, Wärtsilä Energy, ha dichiarato: “Il rapporto sul clima delle Nazioni Unite dello scorso mese scorso lancia un chiaro messaggio per l’Italia: per decarbonizzare al minor costo possibile, è necessario aumentare in modo massiccio i livelli di energia rinnovabile entro il 2030. Quello che abbiamo imparato dalla realizzazione di modelli relativi all’impiego di fonti rinnovabili al 100%, in oltre 145 paesi e regioni nel nostro Atlante (Atlas of 100% Renewable Energy) , è che i sistemi energetici con alti livelli di energie rinnovabili necessitano di una quantità significativa di flessibilità, attraverso lo stoccaggio di energia e la tecnologia di bilanciamento del gas, per realizzare una transizione completa verso un futuro di energie rinnovabili al 100%”. E continua: “Attraverso la realizzazione di alte quote di energia rinnovabile, possiamo creare le condizioni per produrre combustibili futuri che siano neutri in termini di carbonio e che possano partecipare alla decarbonizzazione tutti i settori ad alta intensità energetica, da quello energetico a quello della mobilità. Per risolvere questo ultimo tassello del puzzle net-zero, la risposta ancora una volta è quella di aumentare urgentemente la produzione di energie rinnovabili, aiutate da soluzioni flessibili a prova di futuro.”

 

La soluzione Wärtsilä: +10 MW in due minuti

Per soddisfare questo chiaro bisogno di flessibilità della rete in Italia, Wärtsilä lancia oggi una tecnologia di bilanciamento della rete in grado di generare più di 10 MW in due minuti, consentendo alle utility di raggiungere un futuro basato al 100% sull’energia rinnovabile, al minor costo possibile.

La tecnologia di bilanciamento della rete di Wärtsilä rientra nel portfolio di prodotti progettati per accelerare in modo economico la transizione energetica, un portafoglio che comprende centrali elettriche, soluzioni di storage e sistemi di gestione dell’energia. Il nuovo motore Wärtsilä 34SG Balancer, ottimizzato per i mercati del carico di base rinnovabile, è la prima soluzione per le nuove centrali elettriche; Efficiente, flessibile e con avviamento ultra rapido è in grado di generare potenza fino a 10,8 MW in due minuti per integrarsi perfettamente con le energie rinnovabili. La soluzione della centrale si basa su un design “snello” e può essere equipaggiata con funzionalità come lo “standby non presidiato”, il controllo da remoto, lo streaming dei dati 24/7 e la gestione dinamica dell’energia. Prestazioni e affidabilità ottimizzate sono supportate dalle soluzioni Wärtsilä Lifecycle.

I motori a gas per centrali elettriche di Wärtsilä possono attualmente funzionare con gas naturale, biogas, metano sintetico o miscele di idrogeno. L’azienda sta sviluppando attivamente il processo di combustione per consentire la combustione del 100% di idrogeno e di altri combustibili del futuro. Wärtsilä ha inoltre una lunga esperienza in conversioni di combustibili riuscite con successo in tutta la rete mondiale di motori installati.

Un grado significativo di sovraccapacità è necessario per tenere conto della variabilità della produzione eolica e solare. L’elettricità in eccesso viene poi utilizzata per produrre futuri combustibili con la tecnologia Power-to-X. La modellizzazione dimostra che bilanciare l’intermittenza della produzione rinnovabile con una combinazione di gas flessibile e stoccaggio di energia comporterebbe un risparmio del 38% per i Paesi del G20 rispetto al solo stoccaggio di energia.

Oltre alla soluzione per centrali elettriche, Wärtsilä offre la sua tecnologia di stoccaggio dell’energia completamente integrata GridSolv, progettata per la sua semplicità di implementazione e l’ottimizzazione dell’energia sostenibile nonché la sua GEMS Digital Energy Platform. GEMS ottimizza dinamicamente i sistemi energetici attraverso una vasta gamma di applicazioni, come la regolazione della frequenza, per creare flussi di reddito e migliorare la resilienza della rete/del sistema.

Jukka Lehtonen, vicepresidente per la tecnologia e la gestione dei prodotti di Wärtsilä Energy, ha dichiarato: “Attualmente l’industria si trova in una situazione complessa. Gli investimenti devono essere fatti oggi anche se il futuro non è del tutto chiaro. Abbiamo sviluppato, in modo agile, una soluzione basata su una tecnologia esistente e collaudata a prova di futuro e flessibile. La soluzione può essere adattata a diversi profili operativi e ore di funzionamento, insieme alle esigenze in evoluzione del sistema. Utilizzando la nostra formula, le energie rinnovabili possono essere integrate senza generare interruzioni relative ai diversi mix energetici, non appena diventano disponibili”. 

La modellizzazione del fabbisogno globale di flessibilità del G20 si basa sull’Atlante Energie Rinnovabili al 100% di Wärtsilä, che illustra il mix di capacità ottimale in termini di costi per sistemi di elettricità 100% rinnovabili in 145 paesi e regioni di tutto il mondo.

 

 

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Primo deposito costiero di GNL dell’Italia continentale

Primo deposito costiero di GNL dell’Italia continentale

Edison avvia la prima catena logistica integrata di GNL su piccola scala in Italia, con un piano di sviluppo della...

Eni segna il passo nella fusione a confinamento magnetico

Eni segna il passo nella fusione a confinamento magnetico

Raggiunto un traguardo fondamentale nella ricerca sulla fusione a confinamento magnetico, tecnologia mai sperimentata prima che...

Top Energy - Eco Meeting

Due giornate di incontri esclusivi su energia e ambiente

Top Energy - Eco Meeting mette in contatto domanda e offerta dei settori energia e ambiente con incontri one to...

Share This