MOL inaugura il più grande impianto di idrogeno verde dell’Europa centro-orientale

17 Aprile 2024
impianto di idrogeno verde MOL

L’impianto di idrogeno verde di Százhalombatta produrrà 1600 tonnellate di idrogeno verde pulito all’anno, a zero emissioni, aprendo così un nuovo capitolo nell’economia dell’idrogeno.

 

L’obiettivo del Gruppo MOL è fornire le soluzioni per il domani: l’impianto di idrogeno verde di Százhalombatta, con un’unità di elettrolisi da 10 megawatt creata da Plug Power, produce circa 1600 tonnellate di idrogeno verde pulito e a zero emissioni all’anno.

L’investimento di 22 milioni di euro ridurrà l’impronta di carbonio della Raffineria del Danubio di oltre 25000 tonnellate di anidride carbonica all’anno.

 

 

La nuova tecnologia sostituirà gradualmente il processo di produzione basato sul gas naturale, che attualmente rappresenta un sesto delle emissioni totali di anidride carbonica del Gruppo MOL. L’impianto inizierà a produrre nella seconda metà del 2024: MOL utilizzerà l’idrogeno verde principalmente nella propria rete per la produzione di carburante.

L’impianto di elettrolisi di Plug Power utilizza energia elettrica da fonti rinnovabili per scomporre l’acqua in idrogeno e ossigeno. Ciò significa che non vengono generati sottoprodotti inquinanti e che, di fatto, l’impianto produce 8-9 tonnellate di ossigeno puro per ogni tonnellata di idrogeno. L’azienda statunitense ha offerto a MOL una tecnologia innovativa e affidabile: i generatori di idrogeno, ottimizzati per la produzione di idrogeno puro, hanno quasi 50 anni di esperienza operativa.

“Il Gruppo MOL ha raggiunto un’altra pietra miliare: ora possiamo produrre idrogeno verde senza produrre alcun gas serra. Grazie a questa tecnologia, siamo in grado di ottenere una riduzione delle emissioni pari a quella che si otterrebbe togliendo dalla strada circa 5500 automobili durante la notte. Oggi il nostro nuovo impianto di idrogeno verde rende più ecologiche solo le operazioni industriali di MOL, ma domani offrirà soluzioni per l’intero settore e per la mobilità a idrogeno. Dopo Száhalombatta, porteremo la tecnologia nelle altre due unità di produzione di carburante del gruppo, a Rijeka e Bratislava, per rendere il processo di produzione di carburante più sostenibile in ciascuna delle raffinerie del Gruppo MOL”, ha dichiarato József Molnár, CEO del Gruppo MOL, alla cerimonia di inaugurazione del nuovo impianto di idrogeno verde.

L’investimento è in linea con la strategia aziendale “Shape Tomorrow” del Gruppo MOL, che mira a rendere la regione più sostenibile, competitiva e autosufficiente.

Siamo entusiasti di celebrare, in collaborazione con MOL, l’inaugurazione di uno dei più grandi impianti europei di idrogeno verde a supporto di una raffineria“, ha dichiarato Andy Marsh, CEO di Plug. “Siamo orgogliosi di aver dotato MOL di una tecnologia di elettrolizzazione all’avanguardia per produrre in modo efficiente idrogeno verde, un modo efficace per ridurre le emissioni di carbonio nelle operazioni di raffineria. Insieme, stiamo avanzando verso la neutralità delle emissioni di carbonio, promuovendo operazioni più ecologiche e spingendo in avanti l’economia dell’idrogeno“.

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

SICK a Fiere di Parma

SICK partecipa all'edizione 2024 di SPS Italia con tante novità sulla sensoristica

Allo stand di SICK a Fiere di Parma, l’ascolto del cliente è il punto di partenza per soluzioni tecnologiche innovative...

Nyox

JinkoSolar fornirà a Nyox Srl 100 MW di moduli Tiger Neo

La collaborazione segna un momento cruciale nell’impegno di JinkoSolar ad espandere ulteriormente la propria presenza sul mercato del fotovoltaico industriale...

fotovoltaico galleggiante

Fotovoltaico galleggiante: una soluzione per lo sviluppo sostenibile in Africa

Uno studio pubblicato su Nature Energy evidenzia il potenziale del fotovoltaico galleggiante (FPV) nell’affiancare e sostituire l'idroelettrico nella transizione energetica...

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 60 Editrice Industriale è associata a:
Anes
Assolombarda

IndustryChemistry

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 60

Se vuoi diventare nostro inserzionista, dai un’occhiata ai nostri servizi.
Scarica il mediakit per maggiori dettagli in merito.

La nostra certificazione CSST WebAuditing

Editrice Industriale è associata a: Anes  Assolombarda