Olio di palma: aumenta il consumo per i biocarburanti

13 giugno 2018
biocarburanti

A fronte di un crollo nell’uso alimentare e’ in continua ascesa l’utilizzo per i biocarburanti, nuovi dati del settore che mostrano che le auto e i camion diesel hanno bruciato il 51% di tutto l’olio di palma utilizzato in Europa nel 2017

 

Dall’introduzione di una legge UE per la promozione dei biocarburanti nel 2009, l’olio di palma per biocarburanti è aumentato cinque volte, da 825.000 tonnellate nel 2008 a 3.9 milioni di tonnellate nel 2017, secondo OILWORLD, riferimento dell’industria per i mercati degli oli vegetali.
Oggi, i veicoli europei bruciano 38 volte più olio di palma di Nutella a livello globale e addirittura 16 volte di più rispetto al maggior utilizzatore mondiale di olio di palma per la produzione alimentare, Unilever.
L’espansione dell’olio di palma in Indonesia e in Malesia spinge la deforestazione e il drenaggio delle torbiere, rilasciando le emissioni di gas serra e distruggendo gli habitat delle specie in via di estinzione come gli oranghi. Secondo lo studio di Globiom per la Commissione europea, il biodiesel dell’olio di palma è tre volte peggiore per il clima rispetto al diesel.

 

La responsabile della T & E per i combustibili puliti, Laura Buffet, ha dichiarato: “La combustione di olio di palma in auto e camion per raggiungere gli obiettivi di energia verde in Europa deve essere la cosa più stupida che facciamo nella politica climatica.La Commissione europea deve assumersi le proprie responsabilità e ottenere dietro la decisione del Parlamento europeo di eliminare gradualmente il sostegno al biodiesel per l’olio di palma “.
La direttiva sulle energie rinnovabili è stata introdotta per accelerare l’adozione di energie rinnovabili come il solare e l’eolico, ma il capitolo sui trasporti ha promosso l’uso di colture alimentari come l’olio di palma, l’olio di colza e l’olio di soia per produrre biocarburanti.

 

I biocarburanti possono essere considerati energia a emissioni zero ai fini della contabilità climatica. Se le emissioni complessive dei biocarburanti fossero adeguatamente contabilizzate, le emissioni del trasporto stradale sarebbero superiori del 10% .
A gennaio, il Parlamento europeo ha votato per interrompere il conteggio del biodiesel di palma da olio verso gli obiettivi di energia verde dell’UE a partire dal 2021.
La decisione ha innescato una campagna ben finanziata dalla lobby del petrolio di palma in Malesia e Indonesia . La Commissione europea, sostenuta dai precedenti governi spagnolo e italiano, si oppone all’abolizione della palma da olio.
Laura Buffet ha concluso: “Se i biocarburanti dovessero ridurre le emissioni, migliorare la sicurezza energetica e sostenere gli agricoltori, si tratta di un triplo fallimento. L’UE non deve sprecare questa opportunità di abbandonare i biocarburanti basati sugli alimenti e iniziare a investire in elettricità e biocarburanti rinnovabili e rinnovabili basati su rifiuti e residui “.

 

I leader delle comunità indonesiane sostengono la decisione del Parlamento
Oltre 200 leader indonesiani di comunità indigene, sindacati degli agricoltori, organizzazioni di piccoli proprietari, gruppi per i diritti umani e ONG verdi hanno scritto ai capi di stato europei e al presidente dell’Indonesia affermando: “Siamo d’accordo con il cambiamento di politica proposto dal Parlamento europeo. L’UE dovrebbe garantire che l’energia rinnovabile provenga esclusivamente da imprese rispettose dell’ambiente, equi e rispettose dei diritti umani. Il biodiesel a base di olio di palma non soddisfa chiaramente questi principi, come dimostrato dall’emergere di vari problemi sociali, economici e ambientali “.

ARTICOLI CORRELATI

icim 30 anni

ICIM a BI-MU 2018 Iperammortamento, istruzioni d’uso

Con una presenza focalizzata sul tema “Industria 4.0 e Iperammortamento, ultima occasione per acquistare macchine e beneficiare dell’iperammortamento” ICIM partecipa a...

OMC 2019: l’appuntamento da confermare subito!

La XIV edizione di OMC, in programma dal 27 al 29 marzo 2019 a Ravenna verterà sul tema ‘Expanding the...

ENEA-CIRA

ENEA-CIRA: si rafforza la partnership per la ricerca scientifica e tecnologica

enea e cira hanno siglato un accordo quadro con l’obiettivo di rafforzare i rapporti di collaborazione, già esistenti tra le...

Pin It on Pinterest

Share This