Plastiche anti-esplosione per impianti e ambienti di lavoro

3 Ottobre 2016
Plastiche anti-esplosione

In alcuni ambienti a rischio di esplosione, occorre comunque impiegare contenitori, tubi, impianti per il trasporto e la movimentazione di prodotti o componenti di impianti o di macchinari. A causa dell’attrito i corpi possono però caricarsi, provocando scintille che a loro volta possono generare l’accensione delle sostanze che, insieme all’aria, hanno creato un’atmosfera esplosiva. In questi casi, le materie plastiche antistatiche sono fondamentali per impedire che gli oggetti si carichino elettrostaticamente

 

Le materie plastiche antistatiche prodotte da SIMONA hanno una resistenza di massa < 10 6 Ohm e vengono utilizzate in tutti gli apparecchi e i sistemi di protezione normati dalla direttiva ATEX 94/9/CE.

PE-EL è a base di polietilene e si caratterizza per l’elevata resistenza a calore e ai raggi UV. Questa materia plastica può essere usata per serbatoi o altre applicazioni in ambito industriale .per oggetti in compositi è invece consigliato l’uso del modello PE-EL-SX, con tessuto di aggrappaggio in poliestere. PP-EL è un polipropilene omopolimero a bassissima resistività e nel modello PE-EL-SX, con impostazione antifiamma, è dotato di particolari particelle elettroconducibili al fine di disperdere la carica elettrica.

Alla prossima edizione della fiera K di Düsseldorf, in programma dal 19 al 26 ottobre, SIMONA presenterà diverse novità, tra cui il nuovo software per il dimensionamento dei serbatoi industriali, con funzioni conformi DVS, dotato di un’interfaccia veloce e intuitiva.

Tra le nuove soluzioni di SIMONA troviamo anche i semilavorati SIMONA PFA, completamente fluorinati, con o senza tessuto di aggrappaggio, con particolari lastre larghe 1.500 mm, che riducono sensibilmente il numero delle saldature, migliorando l’affidabilità del prodotto e la sicurezza degli operatori.

La società presenterà inoltre Simowood a base Resysta, con prodotti certificati IMO per il settore navale, e le lastre alveolari SIMONA destinate al mercato agricolo, dotate di struttura interna isotropica e spessori piccolissimi, per applicazioni in depuratori d’aria e confinamento bestiame. Infine, verrà proposta la linea di tubi e raccordi per convertitori biogas.

 

Plastiche anti-esplosione

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

processori Google Cloud

Bayer accelera l'R&D in-silico con i processori Google Cloud

La multinazionale tedesca intende sfruttare la potenza di calcolo ad alte prestazioni di Google Cloud per aumentare l'efficienza nella scoperta,...

Le nuove sfide della meccatronica in Italia

Le nuove sfide della meccatronica in Italia: asset tangibili e intangibili in versione 5.0

Gli Stati Generali della Meccatronica, evento di avvicinamento alla Fiera Internazionale A&T, realizzano la...

Soluzione all-in-one per il monitoraggio di pressione nella lavorazione del plasma

Soluzione all-in-one per il monitoraggio di pressione nella lavorazione del plasma

Il trasmettitore di pressione UPT-2x di WIKA è una soluzione completa che soddisfa i requisiti di...

Share This