Progetto LIFE+REWATCH per il riutilizzo delle acque reflue nell’industria petrolchimica

30 Novembre 2016

Dow Water & Process Solutions si è aggiudicato il progetto LIFE+REWATCH per sviluppare uno schema di riciclaggio l’ottimizzazione dell’efficienza idrica nel settore petrolchimico. Si tratta di un progetto della durata di tre anni finanziato dall’Unione Europea, che coinvolgerà anche Veolia, il Centro Tecnologico di Manresa, l’istituto olandese di ricerca sul ciclo dell’acqua KWR Water e la Piattaforma Tecnologica Europea.

 

LIFE+REWATCH verrà avviato il prossimo gennaio con la realizzazione di un impianto pilota nel sito Tarragona di Dow Chemical. Si stima che l’impianto inizierà a funzionare a partire dal giugno 2017 e sarà operativo fino alla fine del 2019.


Il sito di dimostrazione sarà installato presso il cracker di etilene di Tarragona e servirà a trattare le acque reflue industriali provenienti dal settore petrolchimico (tra cui anche le acque oleose con carico inquinante gravoso). Inoltre, verrà verificata l’efficacia di un nuovo schema di trattamento per il riciclaggio delle acque reflue generate dagli impianti Oil&Gas.

Le acque di scarico prodotte dall’industria petrolchimica richiedono un trattamento specifico perché contengono dosi elevatissime di sostanze organiche, con consumi di energetici molto alti. Il progetto LIFE+ REWATCH si propone di ridurre questo impatto ambientale, con la realizzazione di un nuovo schema di riciclaggio dell’acqua che utilizza diverse tecnologie di depurazione dell’acqua.

Secondo questo schema, il trattamento dell’acqua passa attraverso alcune fasi: pre-trattamento fisico-chimico, bioreattore a letto mobile (MBBR), ultrafiltrazione (UF), osmosi inversa (RO) e resine a scambio di ioni (IER). In primo luogo, le acque reflue sono sottoposte a un processo di pre-trattamento con carbone attivo in polvere (PAC) tramite la tecnologia Actiflo di Veolia, poi subiscono un altro processo biologico che diminuisce il loro carico organico (MBBR). In seguito, mediante l’ultrafiltrazione le fibre IntegraFlux di DOW riducono il livello di torbidità e la presenza di batteri nell’acqua. Questa fase è stata progettata proprio al fine di contenere i consumi di energia e dei reagenti utilizzati nei cicli di filtrazione.

L’adesione al progetto LIFE+REWATCH rientra in un più complessivo impegno di DOW nello sviluppo di soluzioni per il riciclaggio delle acque reflue in Europa. Il sito aziendale di Tarragona ospita anche il progetto comunitario Demoware, in cui si reimpiegano le acque reflue urbane delle città di Salou, Tarragona e Vilaseca nei processi industriali di alcuni impianti del complesso petrolchimico di Camp de Tarragona.

 

189-dow

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Joint Venture per il primo progetto di CCS in Italia

Joint Venture per il primo progetto di CCS in Italia

Eni e Snam collaboreranno allo sviluppo e alla gestione della Fase 1 del Progetto Ravenna di cattura e stoccaggio della...

PoliTO al lavoro sulla distillazione a membrana per il riuso di acque industriali

PoliTO al lavoro sulla distillazione a membrana per trattamento acque

Il progetto MEloDIZER coordinato dall'Ateneo punta alla fabbricazione dei componenti della distillazione a membrana impiegabili su larga scala e sostenibili, sostituendo...

Sardinia 2023 - 19° Simposio Internazionale sulla Gestione dei Rifiuti e sulla Discarica Sostenibile

Sardinia 2023 - 19° Simposio Internazionale sulla Gestione dei Rifiuti e sulla Discarica Sostenibile

Gli autori interessati a presentare il proprio lavoro alla conferenza sono invitati ad inviare il proprio abstract entro il 10...

Share This