Soft GORETEX Shell: l’abbigliamento da lavoro diventa sostenibile

28 Febbraio 2023
Soft GORETEX Shell: l’abbigliamento da lavoro diventa sostenibile

GORE-TEX Professional (Gore) lancia una nuova tecnologia di prodotto per l’abbigliamento da lavoro, caratterizzata da un impatto ambientale significativamente ridotto.

 

Il nuovo riciclato laminato per applicazioni da lavoro è protettivo, confortevole e sostenibile, grazie ai materiali utilizzati ed a processi produttivi che consentono di risparmiare oltre il 50% di CO2 e di impiegare quasi due terzi di acqua in meno

 

L’impronta ambientale della tecnologia Soft GORE-TEX Shell – un tessuto impermeabile, antivento e traspirante – è notevolmente ridotta grazie a quattro caratteristiche fondamentali: la durabilità dei materiali, la derivazione dei tessuti da bottiglie in PET riciclato e, infine, un processo di lavorazione a maglia circolare e una tecnica di tintura in massa.

Rispetto ad altri metodi precedentemente impiegati, questo si traduce in una riduzione delle emissioni di CO2 pari quasi al 54%, in un consumo di acqua circa il 64% inferiore e in una riduzione dell’uso di sostanze chimiche. Inoltre, il processo di lavorazione circolare a maglia non solo riduce le emissioni di CO2, ma rende i laminati morbidi al tatto.

Da oltre 30 anni, la strategia di sostenibilità di Gore si concentra sulla durata dei prodotti e sull’approccio all’analisi del ciclo di vita, in quanto più a lungo un prodotto viene indossato, minore è la sua impronta ambientale annuale. Per ridurre ulteriormente l’impatto ambientale, Gore sta conducendo una ricerca su materiali che, ad esempio, consentano di risparmiare sulle emissioni di CO2 o di ridurre ulteriormente il consumo di acqua, pur mantenendo la propria funzione protettiva e soddisfacendo gli standard richiesti.

Per la produzione dei nuovi laminati Soft GORE-TEX Shell a 2 e 3 strati, si è scelto di utilizzare bottiglie in PET riciclato. Questo perché l’uso di materiali riciclati nel tessuto esterno o nella parte interna del laminato riduce significativamente l’impiego di nuove materie prime, così come il consumo di acqua ed energia.

 

Metodi di produzione sostenibili: processi di maglieria e tintura in massa

Anche i metodi di produzione contribuiscono a ridurre l’impronta ecologica: ad esempio, il materiale esterno e lo strato interno del laminato Soft GORE-TEX Shell a 3 strati sono realizzati con un processo di lavorazione a maglia, che richiede meno energia rispetto al processo di tessitura a trama e ordito. Un altro vantaggio di questo processo è l’elevato comfort quando si indossa il capo, oltre alla morbidezza al tatto del laminato.

Anche il rivestimento interno viene tinto in massa. In questo processo di tintura, il colorante viene aggiunto al polimero che successivamente crea il filato. Il filato così ottenuto è tinto permanentemente in profondità e può essere lavorato a maglia direttamente in un tessuto. Non essendo necessari ulteriori processi di tintura, si riduce di conseguenza il consumo di CO2, acqua e sostanze chimiche.

Secondo l’indice Higg, la tintura in soluzione utilizza fino al 90% di acqua in meno rispetto ai metodi di tintura tradizionali. L’uso di sostanze chimiche si riduce del 60% e le emissioni di CO2 fino al 58%. Inoltre, i tessuti tinti in soluzione sono 10 volte più resistenti alla luce rispetto ai tessuti tinti tradizionalmente e quindi non sbiadiscono così rapidamente.

Neilsen Reid, Product Specialist di GORE-TEX Professional, afferma: “Lo sviluppo della tecnologia Soft GORE-TEX Shell si è concentrato sul soddisfare l’esigenza dei lavoratori che necessitano di una maggiore flessibilità nell’abbigliamento da lavoro, e che desiderano un capo d’abbigliamento impermeabile che non assomigli all’attrezzatura antipioggia ‘standard’. Allo stesso tempo, questa evoluzione è nata per ridurre l’impatto ambientale del prodotto, e senza compromettere la protezione duratura dalle intemperie che il marchio GORE-TEX garantisce.
Il prossimo passo sarà allargare l’uso di materiali riciclati nella nostra gamma di laminati, che saranno certificati secondo il Global Recycled Standard, uno standard di garanzia indipendente e trasparente.”

 

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

impianti mobili

Sfidare la scarsità d'acqua con impianti mobili: la sicurezza idrica nel settore petrochimico

La disponibilità dell'acqua trattata è un tema importante per le industrie di tutto il mondo. Quando la risorsa idrica scarseggia...

mammoet strumenti puliti

Da Mammoet strumenti puliti per l'energia pulita del futuro

L’azienda utilizza SPMT completamente elettrici per movimentare di routine le componenti del dimostratore ITER di fusione nucleare controllata.

oli usati rapporto CONOU

Oli usati, il rapporto di sostenibilità 2023 del CONOU: rigenerazione a 98%, impatto economico +12%

Italia leader nella raccolta e rigenerazione degli oli usati, grazie ad una filiera più che virtuosa, con un tasso di...

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 60 Editrice Industriale è associata a:
Anes
Assolombarda

IndustryChemistry

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 60

Se vuoi diventare nostro inserzionista, dai un’occhiata ai nostri servizi.
Scarica il mediakit per maggiori dettagli in merito.

La nostra certificazione CSST WebAuditing

Editrice Industriale è associata a: Anes  Assolombarda