SOLARWATT evolve la sua offerta verso l’indipendenza energetica

13 Marzo 2018
SOLARWATT evolve la sua offerta

Il futuro dell‘approvvigionamento energetico è decentralizzato, decarbonizzato e digitale

 

Affinché il sole diventi la principale fonte di energia è necessario saper produrre, gestire e immagazzinare l’energia in modo affidabile. Con SOLARWATT, che collabora dal 2013 con BMW per  lo sviluppo della mobilità elettrica, si può fare.

L’azienda, che sarà presente a MCE2018 (Milano 13-16 marzo), investe da anni in ricerca e sviluppo per l’indipendenza energetica, ha un’offerta completa in continua evoluzione.

MyReserve Matrix, la batteria d’accumulo configurabile basata su  due  componenti principali (My Reserve Command, che include l’elettronica di potenza, e MyReserve Pack, il modulo batteria) oggi è in grado di immagazzinare il dieci per cento di energia in più. Utilizzando celle batteria più potenti la capacità di accumulo di un singolo modulo è aumentata da 2,2 kWh a 2,4 kWh, e MyReserve Command con cinque moduli batteria può arrivare a una capacità di 12 kWh. I nuovi moduli batteria sono perfettamente compatibili con tutte le versioni precedenti.

EnergyManager, il sistema intelligente in grado di controllare il flusso energetico massimizzando il consumo di energia prodotta dall’impianto fotovoltaico, è stato recentemente arricchito da una nuova funzionalità per permettere la carica intelligente dei veicoli elettrici. La nuova “E-mobility app” lascia all’utente la facoltà di decidere se caricare la propria auto elettrica con energia solare o con energia proveniente dalla rete, con la possibilità di risparmio in bolletta e in CO2. Garantisce inoltre che il veicolo elettrico sia completamente carico al  momento in cui deve essere utilizzato. Questa app è compatibile con le più comuni colonnine di ricarica, che quindi possono essere integrate in un impianto fotovoltaico esistente.

I moduli vetro-vetro producono, nel corso dei trent’anni di vita garantiti,  il 25% di elettricità in più. Grazie  a uno strato di vetro  sulla parte posteriore del pannello che previene infiltrazioni di umidità il modulo è più resistente alle microfratture prodotte da agenti esterni, come quelle prodotte dal vento o dalla neve.

SOLARWATT e BMW collaborano dal 2013, a livello europeo, fornendo soluzioni fotovoltaiche su tetto e per i parcheggi auto coperti e partecipando al programma “360° Electric” per l’efficienza nella mobilità elettrica.  “Il futuro dell‘approvvigionamento energetico è decentralizzato, decarbonizzato e digitale”, afferma Stefan Quandt, proprietario di SOLARWATT e principale azionista di BMW, personalmente interessato all’evoluzione delle energie rinnovabili.

A conferma della relazione esistente fra le due aziende presso lo stand SOLARWATT sarà esposta un’auto BMWi3.

 

Fonte Solarwatt Italia

ARTICOLI CORRELATI

inquinamento

Inquinamento: l'impianto a biomasse rispetta i vincoli di eco-sostenibilità?

Secondo le conclusioni di uno studio ENEA recentemente presentato, il riscaldamento nei mesi invernali inquina più del traffico

Centrica

La sostenibilità fa bene al business: i vantaggi di integrare cogenerazione e solare

Cogenerazione e fotovoltaico sono due tecnologie perfettamente integrabili, che non solo possono coesistere ma che...

attività essenziali

Blocco della produzione, ecco i codici Ateco delle attività essenziali che non si fermano

L'elenco include attività produttive nel settore alimentare, farmaceutico, chimico, dei trasporti...

Pin It on Pinterest

Share This