4500 tonnellate di co2 in meno grazie alla nuovissima centrale di cogenerazione di klopman

29 agosto 2018
klopman

 Via ai lavori per la nuova centrale di cogenerazione  dello stabilimento klopman di frosinone. L’azienda leader europea nella produzione di tessuti per abiti da lavoro investe ancora in sostenibilità

 

Importante abbattimento delle emissioni (-60%), minori consumi di energia e maggiore efficienza dello stabilimento, volontà di proseguire in un percorso improntato alla sostenibilità di tutto il processo produttivo. Sono questi i principali fattori che hanno spinto Klopman, azienda leader in Europa nella produzione di tessuti per abiti da lavoro, a dare il via ai lavori di costruzione della nuova centrale di cogenerazione dell’impianto produttivo di Frosinone che sostituirà nell’arco di circa un anno l’esistente centrale termoelettrica e sarà destinata a fornire energia a tutto lo stabilimento.

La nuova centrale permetterà di produrre energia termica ed energia elettrica contemporaneamente. In questo modo, quasi tutta l’energia termica prodotta nel processo di combustione verrà recuperata e riutilizzata. Infatti in una centrale termoelettrica tradizionale, solo il 35% circa del combustibile è trasformato in energia elettrica. La parte rimanente, ossia il 65%, non viene utilizzata e finisce per disperdersi nell’ambiente sotto forma di calore, ovvero energia termica. L’impianto é progettato per poter modulare sia la fornitura di energia elettrica sia quella di energia termica, per fronteggiare le variazioni della domanda da parte dello stabilimento.

Il nuovo impianto, grazie alla sua maggiore efficienza, permetterà una riduzione del 58,9% del monossido di carbonio, del 72,1% di ossido di azoto (NOX) e del 59,5% delle polveri oltre a un risparmio in termini di CO2 di circa 4500 tonnellate l’anno. Questi importanti risultati sono pienamente in linea con gli obiettivi di riduzione delle emissioni e di risanamento della qualità dell’aria stabiliti dal Piano Regionale.

L’installazione di una centrale di cogenerazione determina infatti ricadute positive per tutto il territorio sia per quanto riguarda l’impatto ambientale, attraverso la riduzione dei consumi di combustibile e delle emissioni, sia per il sistema elettrico di distribuzione, grazie alle minori perdite di trasmissione e distribuzione conseguenti alla localizzazione dell’impianto direttamente presso l’utenza.

“La nuovissima centrale di cogenerazione rappresenta un investimento di importanza rilevante dal punto di vista ambientale che ci rende particolarmente orgogliosi e rappresenta solo l’ultima testimonianza della grande attenzione che Klopman da anni rivolge al tema della sostenibilità. – afferma Alfonso Marra, AD di Klopman – L’attenzione all’ambiente è una delle nostre caratteristiche distintive e viene declinata lungo tutto il processo produttivo. Con la nuova centrale anche la produzione di energia sarà realizzata secondo i più avanzati criteri di efficienza e sostenibilità ambientale in un’ottica di attenzione costante verso il territorio che ci ospita. Un ringraziamento particolare è da riservare all’istituzione Provinciale, al Comune di Frosinone e a tutte le altre istituzioni che sono state coinvolte nel processo che ha portato, grazie alla loro sensibilità e capacità tecnica, a raggiungere questo importante risultato.”

 

Fonte: KLOPMAN 

ARTICOLI CORRELATI

ego

EGO ha risposto positivamente alla prima richiesta di modulazione di energia da parte di Terna

EGO Evoluzione del mercato elettrico: anche in Italia demand response sul Mercato dei Servizi di Dispacciamento 

enel usa

Enel avvia la costruzione di un parco eolico da 140 MW in Sudafrica

Enel investirà oltre 200 milioni di euro nella costruzione di Nxuba, che fa parte dei 700 MW di capacità eolica...

Industria leggera

Industria leggera: ridurre i costi dell'energia fino al 40% grazie a tecnologie di generazione on site più efficienti

I processi produttivi del manifatturiero dipendono completamente dall'energia, perciò per le aziende di questo comparto è cruciale risparmiare sui costi...

Pin It on Pinterest

Share This