Automation Instrumentation Summit 2018: numerosi gli abstract pervenuti

19 Febbraio 2018
automation instrumentation

Sono già numerosi gli abstract pervenuti alla segreteria scientifica dell’Automation Instrumentation Summit 2018, che si terrà il 4 e il 5 luglio presso il Castello di Belgioioso a Pavia

 

Internazionalità e focus sui temi caldi del settore oil&gas e della filiera di diretto interesse: questi i tratti salienti voluti dal Comitato Scientifico, alla base delle macro aree prescelte come linee guida del Convegno che si terrà il prossimo luglio nell’esclusiva cornice del Castello di Belgioioso, a pochi chilometri da Pavia.

La conferma del Castello di Belgioioso quale sede della seconda edizione di AUTOMATION INSTRUMENTATION Summit, promosso da AIS (Associazione Italiana Strumentisti) e ISA Italy (The International Society of Automation) vuole essere segno di continuità con l’obiettivo degli organizzatori: promuovere gli incontri tra clienti e fornitori in un’atmosfera unica nel suo genere.

L’annuncio dell’evento 2018 è stato accolto con entusiasmo dagli espositori presenti alla prima edizione e da nuove aziende, che hanno già formalizzato la loro adesione.

Le aziende partecipanti appartengono ai seguenti settori merceologici: strumentazione di misura, servizi e soluzioni per l’ingegneria dei processi industriali, system integrator, valvole, sistemi di sicurezza e protezione contro le esplosioni, apparecchiature elettriche antideflagranti, sensori e componenti per l’industria, misura e controllo di livello, portata, pressione e temperatura dei processi industriali, soluzioni per l’automazione e per il controllo, attuatori, raccordi flange, connettori.

L’obiettivo che ci siamo posti – sostiene Claudio Montresor, Vice Presidente di AIS – è quello di ripetere il successo del 2017, sia per quanto riguarda l’area espositiva che per le relazioni presentate alle sessioni del Convegno. Gli apprezzamenti ricevuti al termine dell’evento e l’entusiasmo di tutti coloro che hanno collaborato alla buona riuscita della première del 2017, fanno ben sperare anche per la prossima edizione.

I temi scelti come linee guida per le singole sessioni – continua Montresor – sono frutto della situazione economica e geo-politica che ne sta caratterizzando l’evoluzione e i futuri sviluppi”.

Sono già numerosi gli abstract pervenuti alla segreteria scientifica.

 

L’ape come logo di Automation Instrumentation Summit

Nel mondo animale, la società delle api è la più organizzata, ogni componente sa ciò che deve fare e la comunicazione è fortemente sviluppata.

Le associazioni AIS e ISA Italy negli ultimi quattro anni hanno compiuto uno sforzo enorme per avvicinarsi a questo mondo, e come api operaie, hanno organizzato giornate di studio, pubblicato libri e infine costruito l’evento AUTOMATION INSTRUMENTATION Summit.

Al contrario delle api, dove la regina è sola alla guida della società, le due associazioni si sono fatte carico di guidare gli sforzi di ognuno per ottenere i risultati che sono sotto gli occhi di tutti.

La comunicazione è stato il vero punto di forza. Nel mondo attuale chi non comunica è perso e le due associazioni sono tornate ad essere il punto di riferimento per EPC contractor, vendor, end user. E questo nuovo evento è divenuto il punto di raccolta della filiera.

 

I promotori

A.I.S. (Associazione Italiana Strumentisti) con sede a Milano, è un’associazione senza fini di lucro che si propone l’accrescimento e la diffusione di conoscenze relative a strumenti e sistemi di misura e controllo attraverso convegni, seminari e pubblicazioni.

I.S.A. Italy Section è la Sezione Italiana di I.S.A. – The International Society of Automation- che conta circa 40.000 soci tra i professionisti che operano nel settore della strumentazione e del controllo di processo.

La manifestazione è patrocinata da Regione Lombardia, Comune di Belgioioso e Camera di Commercio di Pavia.

 

Fonte Automation Instrumentation Summit 2018

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Prima centrale elettrica a fusione per produrre fino a 500 MW

Prima centrale elettrica a fusione per produrre fino a 500 MW

Il Consorzio EUROfusion, composto da 21 organizzazioni italiane coordinate da ENEA, annuncia la progettazione del reattore dimostrativo, che produrrà 300-500...

Soluzioni chiavi in mano per l’estrazione di CBD e THC

Soluzioni chiavi in mano per l’estrazione di CBD e THC

De Dietrich Process Systems amplia il suo raggio di azione arrivando a coprire tutte le fasi del processo con impianti...

Risultati del progetto Skillmatch Insubria per il settore chimico farmaceutico

Risultati del progetto Skillmatch Insubria per il chimico farmaceutico

L’indagine Skillmatch, condotta dalle Università italiane LIUC e Uninsubria e dalla svizzera SUPSI, approfondisce l’incontro tra domanda e offerta di...

Share This