Dischi di rottura conformi alla direttiva ASME VII

15 Settembre 2016
Donadon

Donadon SDD è leader italiano nella fornitura di dischi di rottura, dispositivi di sicurezza progettati per la protezione degli impianti contro i rischi di alterazioni di pressione. L’azienda ha conquistato il mercato di oltre 100 Paesi, grazie all’attenzione alla clientela e a costanti investimenti in Ricerca&Sviluppo. Recentemente la loro serie di dischi di rottura NS NANOSCORED è stata e certificata secondo la direttiva ASME Sezione VIII, Divisione 1

 

I dischi di rottura approvati ASME VIII sono dotati dell’apposito timbro UD e possono essere utilizzati nei diversi contesti industriali in cui lo standard richiesto per le apparecchiature è definito dall’American Society of Mechanical Engineers.

Dopo essere stati sottoposti a test del National Board of Boiler and Pressure Vessel, questi dischi di rottura hanno conseguito un fattore di resistenza al flusso KR. Ciò testimonia che possono assicurare la massima area di scarico durante l’apertura.

Questi prodotti sono progettati per essere impiegati anche in applicazioni asettiche nel settore farmaceutico, in impianti con tecnologia C.I.P. (Cleaning In Place) e S.I.P. (Steaming In Place), e in produzioni conformi alle Good Manufacturing Practices (GMP).

I modelli NS NanoScored possono essere impiegati in raccordi tipo Clamp, sono prodotti in metallo (è possibile scegliere tra diversi materiali, quali acciaio inossidabile, Nickel, Inconel, Monel, Hastelloy, Titanio e Tantalio) e sono dotati di una superficie liscia a contatto del processo. Aprono senza frammentazione grazie alla presenza di ben sei incisioni (e non quattro) e funzionano anche a elevatissime temperature.

Flessibili e semplici da installare, i dischi di rottura NS NANOSCORED sono resistenti agli agenti corrosivi, anche grazie ai rivestimenti in PTFE, e possono essere prodotti con resistenza al vuoto, senza supporti. Da segnalare anche la possibilità di richiedere a Donadon SDD la fornitura di dischi di piccole dimensioni (da DN 40 e superiori), con pressioni di taratura inferiori a 0,5 bar g.

 

 

ARTICOLI CORRELATI

sensori capacitivi

Sensori capacitivi: senza contatto e senza retroazione

Con i sensori capacitivi Leuze è possibile rilevare anche il livello di riempimento di liquidi o di materiale sfuso a...

Sapio

Appello Sapio: restituite le bombole d’ossigeno vuote

Parte da Monza l’appello per riutilizzare le bombole vuote fondamentali per trasportare l’ossigeno a chi ne ha bisogno

RadiciGroup

RadiciGroup fornisce materiale protettivo per gli operatori sanitari

Da RadiciGroup dispositivi di protezione in tessuto non tessuto per medici e personale sanitario impegnati nella lotta contro il Covid-19

Pin It on Pinterest

Share This