FLIR lancia la sua prima termocamera non raffreddata per il rilevamento di gas metano

12 Febbraio 2019
NIHON

La FLIR GF77 è l’opzione più economica per la ricerca di fughe di gas pensata per ampliare l’accesso a questa tecnologia a un maggior numero di professionisti

 

FLIR Systems, ha annunciato FLIR GF77 GasFindIR, la sua prima termocamera non raffreddata sviluppata per la rilevazione di metano. Questa termocamera portatile offre ai professionisti addetti alle ispezioni le funzionalità necessarie per rilevare fughe di metano invisibili e potenzialmente pericolose presso centrali a gas naturale, impianti di produzione di energia rinnovabile, stabilimenti industriali e altre ubicazioni che rientrano nella filiera del gas naturale.

La GF77 permette di rilevare gas metano a pressoché metà del prezzo delle termocamere per la ricerca di fughe di gas raffreddate, consentendo agli operatori del settore petrolio e gas di ridurre le emissioni e garantire un ambiente di lavoro più sicuro.

Basata sul design della serie di termocamere FLIR T, la leggerissima GF77 presenta un design ergonomico, un touchscreen LCD vibrante e un mirino, per un utilizzo semplice e in qualsiasi condizione di illuminazione. La termocamera è progettata specificamente per rilevare il metano al fine di migliorare le ispezioni dei gas e ridurre la possibilità di letture errate. La GF77 offre anche la modalità High Sensitivity (HSM) brevettata da FLIR, che accentua i movimenti per rendere più visibili all’utente anche piccole emissioni di gas.

FLIR ha progettato la GF77 per includere le sue funzionalità tecniche più aggiornate, tra cui l’autofocus laser-assistito che consente agli ispettori di individuare le perdite di gas in modo più semplice e il miglioramento del contrasto one-touch, che fa risaltare i gas chiaramente sullo sfondo. Inoltre, un’interfaccia utente grafica a risposta rapida aiuta i professionisti ad aumentare l’efficienza consentendo loro di organizzare cartelle di lavoro, registrare appunti e aggiungere annotazioni di posizione GPS sulla termocamera.

“La tecnologia di rilevazione ottica di gas è un vantaggio reale per le industrie che utilizzano o producono metano, ma il costo della tecnologia rappresentava un ostacolo per alcuni clienti”, ha affermato Jim Cannon, Presidente e CEO di FLIR Systems. “La termocamera FLIR GF77 GasFindIR è costruita attorno a un rivelatore a infrarossi a onda lunga non raffreddato, che costa meno da produrre rispetto alle nostre termocamere raffreddate con prestazioni più elevate, possiamo quindi fornirlo ai clienti a un prezzo più interessante. Grazie a questa tecnologia rivoluzionaria, contribuiamo a migliorare la sicurezza dei professionisti sul posto di lavoro.”

FLIR GF77 è disponibile per acquisto su scala mondiale presso i distributori autorizzati FLIR. Per ulteriori informazioni: www.flir.com/GF77.

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Nextchem rafforza il portafoglio tecnologico con un'acquisizione strategica

Nextchem rafforza il portafoglio tecnologico con un'acquisizione

La Holding entra nei mercati delle plastiche biodegradabili e dei derivati ad alto valore aggiunto acquisendo una quota dell'83,5% di...

TotalEnergies punta sui polimeri riciclati per uso alimentare

TotalEnergies punta sui polimeri riciclati per uso alimentare

TotalEnergies ha aderito a NEXTLOOPP, un'iniziativa che riunisce 48 aziende della catena del valore della plastica che mira a creare...

Tecnologie per idrogeno pulite: Europa al top nei brevetti

Tecnologie pulite per l'idrogeno: Europa al top nei brevetti

I brevetti sull'idrogeno si spostano verso tecnologie pulite con Europa e Giappone in testa, secondo i risultati di uno studio...

Share This