Otto nuovi impianti fotovoltaici in Italia, accordo fra GreenIT e Galileo

10 Gennaio 2024
otto nuovi impianti fotovoltaici

I parchi sorgeranno in tre regioni dell’Italia meridionale, centrale e settentrionale: si stima che una volta in funzione potranno soddisfare i consumi di elettricità di oltre novantamila famiglie

 

GreenIT, la joint venture italiana nata nel 2021, partecipata al 51% da Plenitude (Società controllata da Eni) e al 49% da CDP Equity (Gruppo CDP) e attiva nella produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, ha sottoscritto un accordo con Galileo, piattaforma paneuropea di sviluppo ed investimento nel settore delle energie rinnovabili, per la realizzazione di otto nuovi impianti fotovoltaici che sorgeranno in tre regioni dell’Italia meridionale, centrale e settentrionale, per una capacità complessiva di circa 140 MW.

 

 

Una volta in esercizio, si stima che gli impianti saranno in grado di soddisfare l’equivalente dei consumi di oltre novantamila famiglie, calcolo basato sul consumo medio annuo stimato di elettricità in Italia pari a 2700 kWh/anno secondo i dati pubblicati da Arera nella Relazione Annuale 2021. Gli impianti contribuiranno così agli obiettivi di decarbonizzazione del Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima 2030 ed alla transizione energetica del Paese.

L’ottenimento delle autorizzazioni e l’avvio della fase operativa degli otto nuovi impianti fotovoltaici avranno luogo nell’arco temporale del Piano Industriale 2023-2027 approvato da GreenIT lo scorso aprile, che prevede investimenti complessivi per 1,7 miliardi di euro (incluso il capitale già impegnato) con l’obiettivo di raggiungere una capacità installata di circa 1000 MW. L’iniziativa è in linea con la strategia della società che ha tra le sue finalità anche lo sviluppo e la costruzione di impianti greenfield, la realizzazione di progetti già autorizzati, il repowering a fine vita utile degli impianti operativi esistenti con l’obiettivo di prolungarne e potenziarne la capacità di produzione nonché lo sviluppo di progetti eolici offshore.

“Siamo entusiasti di questo accordo con Galileo, che con la sua esperienza nel settore riconosciuta a livello internazionale contribuirà allo sviluppo del portafoglio di GreenIT grazie a progetti tecnologicamente avanzati. L’operazione è in linea con la strategia della società e con i suoi obiettivi di sviluppare, realizzare e gestire impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili in Italia” – così Paolo Bellucci, Amministratore Delegato di GreenIT e Head Renewable Business Italy di Plenitude.

Ingmar Wilhelm, CEO di Galileo, ha commentato: “Siamo molto lieti di quest’accordo lungimirante con GreenIT. La qualità del portafoglio di progetti sviluppato da Galileo troverà in GreenIT un’azienda con tutte le caratteristiche giuste per curarne al meglio la costruzione e l’esercizio. In Italia, Galileo sta sviluppando un’ulteriore pipeline di progetti rinnovabili onshore e offshore per un totale complessivo di oltre 2000 MW nel paese. Le sinergie con partner di livello come GreenIT possono essere un forte vettore di ulteriore espansione delle nostre attività.”

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Enipower

Visita alla centrale di cogenerazione Enipower di Bolgiano

In occasione del primo appuntamento di networking 2024 organizzato dalla Filiera Energy Sustainable Global Chain di Assolombarda, la nostra redazione...

biometano da rifiuti organici a ferrara

Biometano da rifiuti organici, a Ferrara un importante investimento del Gruppo SGR

L'impianto nel comune di Copparo sarà un’eccellenza nell’ambito della biodigestione anaerobica e del compostaggio per la produzione di biometano avanzato.

ammoniaca Pepperl+Fuchs

L'ammoniaca come soluzione futura per il trasporto dell'idrogeno

Pepperl+Fuchs risponde alle esigenze delle infrastrutture con un portafoglio di componenti automatici dedicati ai nuovi scenari energetici. 

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 60 Editrice Industriale è associata a:
Anes
Assolombarda

IndustryChemistry

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 60

Se vuoi diventare nostro inserzionista, dai un’occhiata ai nostri servizi.
Scarica il mediakit per maggiori dettagli in merito.

La nostra certificazione CSST WebAuditing

Editrice Industriale è associata a: Anes  Assolombarda