Ansaldo Energia e Ilva insieme a Genova

16 Gennaio 2017

Il noto gruppo controllato da CDP, Leonardo e Shanghai Electric investirà 60 milioni per realizzare un nuovissimo impianto di assemblaggio delle turbine a gas.

 

L’accordo fra Ansaldo Energia e Ilva, che giunge dopo un lungo periodo di trattativa, consente al colosso dell’energia di insediarsi sul filo della banchina del porto di Genova, in un’area messa a disposizione dall’Ilva. In questa zona inizierà l’assemblaggio finale delle megaturbine a gas, che da metà anno Ansaldo Energia invierà via mare in tutto il mondo.

Il gruppo è stato guidato dall’attuale management, che fa capo all’amministratore delegato Giuseppe Zampini, fuori da un periodo turbolento, riuscendo a mantenere una quota di mercato significativa. Quando l’azionista Finmeccanica ha deciso di uscire dall’energia, l’operazione messa a punto ha permesso di continuare a mantenere la maggioranza del capitale in Italia, aprendo però a un gigante del settore come il gruppo cinese Shanghai Electric: adesso il 45% di Ansaldo Energia fa capo a Cdp Equity, il 40% a Shanghai Electric e il rimanente 15% a Leonardo-Finmeccanica.

Ansaldo Energia, con questo nuovo assetto azionario, ha intavolato delle operazioni più importanti della sua storia industriale, rilevando per 120 milioni di euro da General Electric le maxiturbine a gas a marchio Alstom. L’accordo dunque consente il passaggio ad Ansaldo Energia delle turbine a gas avanzate heavy-duty Gt26 e Gt36 di Alstom, inoltre prevede anche che finiscano sotto il controllo del gruppo genovese le attività della controllata di Alstom “Power System Manufacturing” (con sede in Florida), il service di 34 turbine Gt26 già vendute e installate nel mondo e i 400 dipendenti Alstom della sede di Baden, in Svizzera.

Le nuove turbine a gas verranno sempre realizzate a Campi, ma l’assemblaggio finale avverrà nel nuovo stabilimento di Genova Cornigliano, all’interno dell’area in concessione all’Ilva, per facilitare le operazioni di trasporto via mare e dunque l’invio ai clienti. Per l’estate di quest’anno i vertici dell’azienda genovese prevedono di far uscire i primi assemblaggi e i primi trasporti delle nuove turbine a gas.

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

La transizione green delle batterie parla Italiano

La transizione green delle batterie parla Italiano

NTE Process è l’unica società italiana qualificata per turnkey di impianti batterie SemiSolid per la produzione di batterie agli ioni...

Energia rinnovabile in Lafert

Lafert sceglie Samso per l'autoproduzione di energia rinnovabile

In corso l’installazione del grande impianto fotovoltaico con potenza pari a 345 kW del nuovo stabilimento Lafert.

Infrastrutture: gli Emirati Arabi scelgono la Puglia

Infrastrutture: gli Emirati Arabi scelgono la Puglia

Siglata una joint venture tra l’emiratina Danway, leader nelle infrastrutture elettriche e strumentazione impiantistica, e la pugliese Tecnomec Engineering. 

Share This