Il Digital Lab a portata di mano

8 Gennaio 2024
PLA2024Europe

Approfondimenti e workshop di esperti.

Il percorso di trasformazione del laboratorio digitale è un processo completo guidato dai progressi tecnologici e dalla crescente necessità di flussi di lavoro scientifici efficienti e semplificati. Questa trasformazione implica investire nelle basi dell’infrastruttura del laboratorio per sfruttare la potenza degli strumenti digitali e dei sistemi di gestione dei dati. L’obiettivo principale è migliorare la produttività, la collaborazione e l’efficienza complessiva dei processi di laboratorio.

La digitalizzazione dei processi di laboratorio non è priva di sfide. I laboratori generano enormi quantità di dati che devono essere gestiti, analizzati e archiviati in modo sicuro. Inoltre, i processi di laboratorio richiedono flussi di lavoro complessi, conformità a normative rigorose e collaborazione interdisciplinare tra scienziati, ingegneri e analisti.

Il programma del PLA2024Europe si propone di affrontare queste sfide, che richiedono molto più della semplice implementazione di strumenti digitali; richiedono infatti un approccio olistico in cui entra in gioco il pensiero ecosistemico.

 

Quest’anno, il programma del PLA include due workshop di approfondimento 

L’undicesima edizione del PLA, il PLA2024Europe che si svolgerà a marzo a Milano, prevede due workshop di approfondimento. Queste sessioni offrono l’opportunità di comprendere meglio il “come” e il “perché” di cose che potrebbero essere fatte diversamente all’interno dei laboratori.

 

Workshop di approfondimento #1: connettività degli strumenti e gestione dei dati su larga scala utilizzando gli standard

Questo workshop di approfondimento mira a prepararvi per l’applicazione della digitalizzazione di laboratorio su larga scala attraverso l’uso di dati e standard di comunicazione.

Imparerete a conoscere:

1. Come l’applicazione di modelli scalabili può accelerare i vostri sforzi di digitalizzazione. Ciò include la connettività dello strumento e la gestione dei dati utilizzando gli standard SiLA e AnIML.

2. Come raccogliere dati dai PC degli strumenti in un laboratorio analitico o biologico e archiviarli in una posizione centrale sicura.

3. Come i dati possono essere integrati in sistemi come LIMS ed ELN per ridurre la trascrizione manuale.

4. Come applicare i principi FAIR ai vostri dati per massimizzarne il valore.

Analizzando questi punti, capirete il ruolo dei dati e degli standard di comunicazione nel facilitare questo processo. 

La sessione inizierà con una panoramica degli standard SiLA e AnIML. Esploreremo quindi l’uso di modelli ripetibili per applicare la digitalizzazione di laboratorio su larga scala e concluderemo con una sessione dal vivo utilizzando strumenti reali.

Per maggiori info sul workshop: https://bit.ly/3H7aOYc

 

Workshop di approfondimento #2: un’efficace digitalizzazione dei laboratori richiede la comprensione dei processi e la reingegnerizzazione verso qualità, integrità e conformità

Non ha senso introdurre un sistema informatizzato se non porta notevoli vantaggi aziendali. Di conseguenza, non è una buona idea automatizzare l’attuale processo di analisi poiché potrebbe probabilmente essere migliorato in termini di velocità, efficienza e quindi produttività e qualità.

Inoltre, è improbabile che gli attuali processi aziendali in un laboratorio possano essere efficacemente automatizzati se i sistemi computerizzati vengono utilizzati in modalità ibrida (stampe cartacee firmate di record elettronici), i record cartacei vengono trascritti e le registrazioni manuali vengono effettuate in uno o più fogli di calcolo.

Comprendere i processi è una componente cruciale ma spesso trascurata dell’automazione e della digitalizzazione dei laboratori. 

La sessione presenterà una metodologia che può essere utilizzata per mappare un processo in un laboratorio analitico. Verranno quindi mostrati e valutati criticamente esempi di processi esistenti e verrà illustrato come acquisire le informazioni richieste per una riprogettazione.

In fase di riprogettazione, si devono osservare tre principi:  

1)  Acquisizione dei dati al punto di origine

Come eliminare la scrittura su carta e introdurre l’immissione diretta dei dati in un sistema informatico.

2) Trascrizione di dati

Una volta che i dati saranno elettronici, dovrebbero rimanere elettronici. La stampa o l’inserimento degli stessi in un altro sistema informatico dovrebbero essere banditi da qualsiasi procedura operativa standard

3) Data Life Cycle 

E’ fondamentale sapere dove vanno i dati. Poterli recuperare in maniera facile e veloce in qualsiasi momento; ciò potrebbe richiedere convenzioni di denominazione per posizioni, file ecc.

In questi principi è implicito che la qualità, l’integrità e il rispetto degli standard e delle normative di qualità siano parte integrante del processo.

Per maggiori info sul workshop: https://bit.ly/3RJBDGL

 

In conclusione, i deep-dive workshop rappresentano un elemento fondamentale all’interno del programma del PLA2024Europe. 

Con l’approccio approfondito offerto dai workshop i partecipanti saranno aiutati ad affrontare le sfide emergenti nell’ambito della digitalizzazione dei laboratori, ad implementare nuove strategie di trasformazione digitale e, in generale, a migliorare il digital mindset all’interno del laboratorio.  

 

Vi aspettiamo numerosi al PLA2024Europe!

 

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

h3i 2024 industry chemistry

H3i 2024: cinque motivi per non mancare all'appuntamento i prossimi 5 - 6 Marzo

L'incontro annuale dedicato ai professionisti per la formulazione del settore detergenza in ambito domestico, industriale e istituzionale, torna all’NH Milano...

DECT D83ex ascom

Newchem sceglie i dispositivi DECT D83ex e la piattaforma Ofèlia di Ascom

L'azienda chimico-farmaceutica migliora la comunicazione interna e ottimizza la gestione e l’invio di allarmi nello stabilimento di Verona, grazie a...

echa chem

ECHA lancia ECHA CHEM, la nuova banca dati sulle sostanze chimiche

La prima versione della piattaforma pubblica, consultabile online, contiene informazioni su 100mila registrazioni REACH.

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 60 Editrice Industriale è associata a:
Anes
Assolombarda

IndustryChemistry

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 07.02.2017 al n. 60

Se vuoi diventare nostro inserzionista, dai un’occhiata ai nostri servizi.
Scarica il mediakit per maggiori dettagli in merito.

La nostra certificazione CSST WebAuditing

Editrice Industriale è associata a: Anes  Assolombarda