L’emergenza idrica al centro della prossima edizione di H2o

30 Agosto 2016

Secondo la società di consulenza sono aumentate famiglie italiane che hanno fronteggiato disservizi oppure erogazioni non regolari di acqua nelle proprie case

 

Lo studio del Laboratorio REF Ricerche ha rilevato alcuni dati importanti relativi ai servizi idrici erogati nel 2015. Secondo la società di consulenza, sono aumentate famiglie italiane che hanno fronteggiato disservizi oppure erogazioni non regolari di acqua nelle proprie case: il 9,2% del totale, confrontato all’8,7% del 2014. I giorni di sospensione dei servizi idrici in alcuni capoluoghi del meridione sono inoltre arrivati al numero di 208.

Il problema principale è rappresentato nel nostro Paese dalla mancanza di investimenti nel settore idrico. È come se a ogni abitante dell’Italia di fatto corrispondesse un patrimonio pari a 240 euro per reti idriche, reti fognarie e impianti di depurazione: una cifra bassissima, se confrontata – per esempio – ai 1.400 euro della Gran Bretagna. Proprio per colmare questo gap, secondo REF Ricerche, lo Stato dovrebbe stanziare investimenti pari a circa 5 miliardi di euro l’anno (in pratica dai 34 euro annui per abitante ai 90); una somma che farebbe crescere il PIL del Paese dello 0,7%, creando circa 182 mila nuovi posti di lavoro.

Questo e altri argomenti saranno al centro della prossima edizione dell’evento bolognese H2O 2016, che si terrà dal 19 al 21 ottobre. Alla manifestazione prenderanno parte anche importanti attori istituzionali italiani ed esteri ed esponenti dell’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI).

Nel dettaglio, l’evento avrà tre percorsi tematici principali: “H2O Urban”, che tratterà l’ambito della gestione delle acque reflue, di approvvigionamento e di processo per uso civile; “H2O Industry”, relativo al settore industriale e “CH4”, che si occuperà della rete distributiva del gas naturale.

Nella manifestazione sarà operativa anche la H2O Academy, che ha già programmato 70 convegni e meeting, che vedranno la partecipazione di un panel di relatori di livello internazionale. In contemporanea ad H2O 2016 si terranno anche le Conferenze dell’European Water Regulators (WAREG), dell’International Water Association (IWA) e dello Smart Water Networks Forum (SWAN).

 

Scheda azienda

© Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Tecnologie green in sostituzione di fonti e feedstock fossili

Tecnologie green in sostituzione di fonti e feedstock fossili

Il Gruppo Maire Tecnimont, attraverso la controllata NextChem, sviluppa nuove tecnologie green utilizzando fonti bio e circolari.

Il Top nel controllo dell'inquinamento atmosferico

Il Top nel controllo dell'inquinamento atmosferico

La tecnologia di controllo dell'inquinamento atmosferico Dürr installata in uno dei più grandi sistemi RTO al mondo del gruppo Yisheng...

A Bologna, un punto nazionale sulla transizione ecologica

A Bologna, un punto nazionale sulla transizione ecologica

HESE, ConferenzaGNL, Fuels Mobility, CH4, FORUM ACCADUEO e Dronitaly animeranno BolognaFiere per tre giorni di meeting e convegni, dal 12...

Share This