Compressori per Idrogeno

L’ampia gamma di Compressori per idrogeno Oil free e lubrificati di Atlas Copco può  essere impiegata in diversi settori, in quanto le diverse macchine sono in grado di erogare idrogeno con i diversi livelli di pressione richiesti per le varie applicazioni (fino  ad un massimo di 1.000bar).  

 

Punti di forza delle Soluzione Atlas Copco per idrogeno: 

  • Disponibili con diversi range di pressione: 80 bar, 250 bar, 450 bar e 700 bar per diverse applicazioni
  • Semplicità di installazione: non sono richiesti fondazioni o fissaggi di alcun tipo
  • Flessibilità di utilizzo: è possibile interrompere l’erogazione del gas istantaneamente per riprenderla in qualsiasi momento
  • Lunga durata nel tempo
  • Reparto di Engineering interno per soluzioni chiavi in mano
  • Assistenza e manutenzione secondo gli standard di Atlas Copco

 

L’offerta di Atlas Copco prevede compressori a pistoni Oil-free con configurazione  orizzontale, bilanciata e contrapposta per portate fino a 11.000Nm3/h e pressioni fino  a 80bar, adatte all’alimentazione nel settore industriale e nell’Oil&Gas, e compressori a  trasmissione idraulica con range di pressione 250bar, 450bar, 700bar e 1.000bar,  particolarmente adatti alle applicazioni della mobilità e dello stoccaggio. Le  caratteristiche principali di questi ultimi sono:  

  1. Semplicità di installazione: grazie alla trasmissione idrostatica a bassa frequenza che  non richiede fondazioni o fissaggi di alcun tipo;  
  2. Flessibilità di utilizzo: ossia la possibilità di interrompere l’erogazione del gas  istantaneamente per riprenderla in qualsiasi momento senza necessità di sfiatare il  compressore, il quale resta in pressione;  
  3. Lunga vita utile di tutti i componenti: infatti il pistone nel suo moto alternativo lavora  a una velocità molto inferiore rispetto a quella di altre tipologie di compressori,  riducendo l’usura degli organi di tenuta.  
  4. Possibilità di parzializzazione per adeguarsi alle variazioni della portata di idrogeno
  5. Possibilità di monitoraggio da remoto 

I modelli LDP sono dotati di una camera di separazione a tutta lunghezza (Long Distance  Piece) tra la parte idraulica e quella a gas in modo da non avere alcun tipo di  contaminazione del gas. 

I modelli offerti sono certificati PED e conformi ATEX e possono essere equipaggiati con  diverse motorizzazioni e adattati alle esigenze del cliente. 

Per il settore dei trasporti sono disponibili soluzioni complete, con uno o più salti di  compressione, sistema di raffreddamento e container/cabinato ingegnerizzato  comprensivo di sistemi di sicurezza, tubazioni e cablaggio al suo interno. 

Per il mercato italiano, in particolare, le soluzioni prevedono cabinati in calcestruzzo  armato compatibili con la normativa vigente. 

 

Per maggiori informazioni clicca qui

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

ALTRI PRODOTTI

ARTICOLI

Industria 4.0: un'opportunità per ridurre i costi di gestione della sala compressori

Industria 4.0: un'opportunità per ridurre i costi di gestione della sala compressori

I sistemi di monitoraggio e controllo intelligente per la sala compressori ottimizzano la...

Da Atlas Copco i compressori d’aria amici dell’ambiente

Da Atlas Copco i compressori d’aria amici dell’ambiente

L’azienda svedese lancia i nuovi compressori d’aria con tecnologia VSDS, privi di terre rare nel motore, compatibili con l'Industria 4.0...

Serioplast

Stabilimenti “plug and play” per la produzione di imballaggi in plastica rigida

Serioplast, per il nuovo impianto di Pianiga, ha scelto i compressori Atlas Copco particolarmente compatti e...

Share This