Compressori per Idrogeno

L’ampia gamma di Compressori per idrogeno Oil free e lubrificati di Atlas Copco può  essere impiegata in diversi settori, in quanto le diverse macchine sono in grado di erogare idrogeno con i diversi livelli di pressione richiesti per le varie applicazioni (fino  ad un massimo di 1.000bar).  

 

Punti di forza delle Soluzione Atlas Copco per idrogeno: 

  • Disponibili con diversi range di pressione: 80 bar, 250 bar, 450 bar e 700 bar per diverse applicazioni
  • Semplicità di installazione: non sono richiesti fondazioni o fissaggi di alcun tipo
  • Flessibilità di utilizzo: è possibile interrompere l’erogazione del gas istantaneamente per riprenderla in qualsiasi momento
  • Lunga durata nel tempo
  • Reparto di Engineering interno per soluzioni chiavi in mano
  • Assistenza e manutenzione secondo gli standard di Atlas Copco

 

L’offerta di Atlas Copco prevede compressori a pistoni Oil-free con configurazione  orizzontale, bilanciata e contrapposta per portate fino a 11.000Nm3/h e pressioni fino  a 80bar, adatte all’alimentazione nel settore industriale e nell’Oil&Gas, e compressori a  trasmissione idraulica con range di pressione 250bar, 450bar, 700bar e 1.000bar,  particolarmente adatti alle applicazioni della mobilità e dello stoccaggio. Le  caratteristiche principali di questi ultimi sono:  

  1. Semplicità di installazione: grazie alla trasmissione idrostatica a bassa frequenza che  non richiede fondazioni o fissaggi di alcun tipo;  
  2. Flessibilità di utilizzo: ossia la possibilità di interrompere l’erogazione del gas  istantaneamente per riprenderla in qualsiasi momento senza necessità di sfiatare il  compressore, il quale resta in pressione;  
  3. Lunga vita utile di tutti i componenti: infatti il pistone nel suo moto alternativo lavora  a una velocità molto inferiore rispetto a quella di altre tipologie di compressori,  riducendo l’usura degli organi di tenuta.  
  4. Possibilità di parzializzazione per adeguarsi alle variazioni della portata di idrogeno
  5. Possibilità di monitoraggio da remoto 

I modelli LDP sono dotati di una camera di separazione a tutta lunghezza (Long Distance  Piece) tra la parte idraulica e quella a gas in modo da non avere alcun tipo di  contaminazione del gas. 

I modelli offerti sono certificati PED e conformi ATEX e possono essere equipaggiati con  diverse motorizzazioni e adattati alle esigenze del cliente. 

Per il settore dei trasporti sono disponibili soluzioni complete, con uno o più salti di  compressione, sistema di raffreddamento e container/cabinato ingegnerizzato  comprensivo di sistemi di sicurezza, tubazioni e cablaggio al suo interno. 

Per il mercato italiano, in particolare, le soluzioni prevedono cabinati in calcestruzzo  armato compatibili con la normativa vigente. 

 

Per maggiori informazioni clicca qui

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

ARTICOLI

Serioplast

Stabilimenti “plug and play” per la produzione di imballaggi in plastica rigida

Serioplast, per il nuovo impianto di Pianiga, ha scelto i compressori Atlas Copco particolarmente compatti e...

Sviluppo Sostenibile

L’aria compressa sostiene la green economy

Atlas Copco sostiene gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile definiti dall’Agenda 2030 e ottiene i primi risultati tangibili: una riduzione del...

Filtrazione

Sistemi di filtrazione nei processi industriali: Atlas Copco amplia l’offerta

Atlas Copco amplia il suo portafoglio d’offerta, proponendo sacchi filtranti, cartucce e contenitori per la...

Share This